Altro gregge dal Veneto

In attesa di avere foto e storie “mie” da raccontarvi, attingo alle riserve di immagini ricevute dagli amici. Qui siamo di nuovo in compagnia di Leopoldo con il gregge di Matteo Froner a Loreggia (PD).

C’è anche un capretto giocherellone…

…e due capre che fanno battaglia!

(tutte le foto di L.Marcolongo)

Le immagini sono del mese di marzo 2015. Buon proseguimento a tutti, allevatori, pastori, amici dei pastori. Io torno alle bozze del mio libro…

Poco meno di un anno fa

Immagini che avevo ricevuto poco meno di un anno fa dall’amico Leopoldo. Risalgono a fine febbraio 2015 e sono state scattate a Rosà (VI), dove ha incontrato il gregge del pastore Teodoro Daprà. “Ero andato a portare le foto stampate a Teodoro e così ne ho fatte di nuove… Teodoro è sempre molto gentile. Mi è venuto a prendere perché era in una zona difficile da spiegare. C’era anche Mattia Piotto (quello più giovane), pastore anche lui, ma, mi pare, con poche pecore. C’era anche Sergio Borgogno, quello con la barba, che aiuta Teodoro.

(tutte le immagini di L.Marcolongo)

Teodoro ha i migliori cani che io abbia mai visto. Quei cartelli di divieto di pascolo che vedi, sono un vivaista Coldiretti. Uno che ama le piante, ma non le pecore.

Grazie per la bella carrellata fotografica, come sempre.

Pascolo vagante degli amici

Oggi “pesco” dalle foto che mi avete mandato voi, lettori del blog. Sono immagini invernali e risalgono al febbraio 2015. Ce le manda Leopoldo. Tutte e due le serie di foto sono del gregge del pastore soprannominato “Finanza”. Le prime sono state scattate a Santa Croce Bigolina (Cittadella – PD).

(tutte le foto sono di L.Marcolongo)

L’aiuto pastore Ioan Baciu, che avevo conosciuto l’anno scorso, mi ha telefonato che era qui vicino. Ioan è un Romeno ambizioso e intelligente che fa proposte per la transumanza. Ha detto che in Svizzera e altri Paesi europei ci sono leggi che regolamentano il passaggio delle greggi, che le greggi hanno territori predefiniti dove passare per non sovrapporsi, che i pastori devono essere responsabili e pagare eventuali danni. Tu dovresti saperne qualcosa. Effettivamente, quando in un paese passano contemporaneamente più greggi, i sindaci si allarmano e scattano i vigili. Bisognerebbe creare dei “corridoi verdi”, come diceva l’anno scorso l’Assessore all’Agricoltura del Veneto Manzato. Non però autostrade, ma percorsi che distribuiscano le greggi sul territorio. E greggi di non più di 1000 capi, compresi gli agnellini. Poi mi diceva che l’aveva fotografato un certo Max  Piazzi (Massimo Piazzi) e ne era molto orgoglioso.

(tutte le foto sono di L.Marcolongo)

Sempre il gregge “Finanza” a tezze sul Brevta (VI). Leopoldo ci racconta: “Questa volta c’era anche uno dei proprietari, Berti Floriano. L’aiuto pastore Romeno, Ioan Baciu,  ha voluto che lo fotografassi mentre raccoglieva i rifiuti abbandonati lungo il fosso. Vorrebbe che un giornale scrivesse che i pastori contribuiscono alla salvaguardia dell’ambiente. Non so se ci sarò qualche giornalista interessato…

Segnalazioni e foto

Innanzitutto volevo segnalarvi un articolo che mi vede tra le protagoniste, in ottima compagnia! Questo, uscito l’altro giorno sul Sole24ore. Poi qualche segnalazione per il fine settimana.

Già oggi pomeriggio, al MIAC a Cuneo, si apre la 36° mostra nazionale della Razza Piemontese. Qui il programma dettagliato.

Domani e domenica, ad Aosta, sono di scena gli ovicaprini. Sabato 7 novembre, all’arena della Croix Noire, Foire des Alpes, rassegna ovicaprina, domenica 8 novembre 18° Finale Regionale Batailles des Chèvres.

Sempre domenica 8 novembre, a San Germano Chisone (TO), rassegna zootecnica. Qui il programma in dettaglio.

(foto L.Marcolongo)

Passiamo adesso ad immagini che da lungo tempo sono il “lista di attesa” nel mio computer. Me le ha mandate l’amico Leopoldo. Risalgono a febbraio 2015 e sono del gregge di Fabio Zwerger a Tezze sul Brenta (VI).

(foto L.Marcolongo)

Grazie ancora per questi scatti, dove possiamo ammirare sia le consuete scene di pascolo vagante, sia la nascita di un agnello, sia il rapporto tra il pastore e il suo cane.

Notizie e foto

Inizio con una notizia che interessa gli appassionati di capre. Domenica 28 giugno la rassegna/confronto prevista a Lemie si terrà invece ad Usseglio (TO), stessa vallata, ma un po’ più a monte. Resta confermato a Lemie l’incontro con me & con il mio libro fotografico “Pascolo vagante 2004-2014”, venerdì 26 giugno, ore 21:00, presso il Bar della Pace.

Gaia ci segnala, per questo fine settimana (27-28 giugno), il Festival delle Alpi 2015 all’Alpe Prelobbia, Macugnaga (VB). Qui potete scaricare l’intero programma e le informazioni necessarie.

Per il mese di luglio, inizio ad anticiparvi “La Transumanza” ad Ardesio (BG), a cui parteciperò. Si tratta del gregge del pastore Renato Zucchelli, reso famoso dal film “L’ultimo pastore”. Qui il programma.

(foto M. Mahlknecht)

Un po’ di foto adesso. Markus lo scorso inverno ha lavorato in Veneto: “La mia fortunata esperienza con il “baio” nelle pianure venete mi ha indicato come si può “lavorare” con animali in modo naturale senza perdere il contatto con la terra. Auguro una buona estate e quesť anno sembra che siamo per la prima volta online in alpe…vediamo… Queste pecore sono le “sconosciute” della famosa transumanza vicino őtzi, val Senales.

(foto M. Mahlknecht)

La foto è della Val Silandro in val Venosta, dove ho fatto scavi archeologici e il pastore. Questi ometti in pietra sembrano essere stati marcature nel paesaggio per gli antichi pastori di pecore…

(foto L.Marcolongo)

Arretrati, molti arretrati! Per chi sta soffrendo il caldo, una carrellata di immagini invernali dell’amico Leopoldo. “Non so se ti avevo inviato queste foto. Sono del 30 gennaio 2010, dietro a casa mia (io sono di San Giorgio in Bosco-PD). Non so il nome del pastore perché, a quel tempo, non conoscevo bene i pastori.

(foto L.Marcolongo)

(foto L.Marcolongo)

(foto L.Marcolongo)

(foto L.Marcolongo)

(foto L.Marcolongo)

Rimaniamo in inverno, ma senza neve, e rimaniamo nel Nord Est con il nostro amico…

Gennaio 2015: “Ho trovato Michele Laner, con la sorella Angela, a Grantorto (PD).

Vi ricordo che le immagini dei vostri animali, di greggi e mandrie incontrate in giro, degli animali di amici, di manifestazioni a tema, sono sempre le benvenute qui sul blog.

Appuntamenti vari e foto

Vi segnalo innanzitutto alcune iniziative, così che possiate organizzarvi per partecipare, se interessati.

In Trentino, questo fine settimana si terrà di nuovo la festa della transumanza a Canal San Bovo (TN), “Verso l’alpeggio”. Qui potete leggere nel dettaglio il programma.

In Piemonte… il prossimo fine settimana, potrete trovarmi a Castelmagno. 13-14 giugno, Transumanza e Castelmagno in frazione Valliera.

13 giugno (sabato) 8.00 – 10.30
TRANSUMANZA: A PIEDI NELLA STORIA DEL CASTELMAGNO
La facile escursione si snoderà al seguito della mandria che si sposta per raggiungere gli alpeggi di montagna. Si risale dalla frazione Colletto fino a raggiungere Valliera, dove proseguiranno le attività Expa.
ADULTI: 5,00 €
GRATUITO PER I BAMBINI SOTTO I 14 ANNI

11.00 – 12.30
LABORATORIO DI PRODUZIONE DI GNOCCHI DI PATATE, PRESSO IL RIFUGIO LA VALLIERA
Preparazione di gnocchi collettiva, divisi in gruppi per far sì che tutti possano lavorare l’impasto. Poi cottura e… mangiata!
GRATUITO

ORE 13.00
PRANZO: MENU’ CASTELMAGNO CON GNOCCHI AUTOPRODOTTI
PREZZO: 18.00 € Bevande escluse

15.00 – 16.30
VISITA GUIDATA AL CASEIFICIO
Visita al caseificio ed alle grotte di stagionatura, con possibilità di acquisto del prodotto
GRATUITO

17.00 – 19.00
DIBATTITO SULLA PASTORIZIA NOMADE CON MARZIA VERONA
Incontro con la scrittrice Marzia Verona, autrice di libri sugli alpeggi e sulla pastorizia nomade, laureata in scienze forestali e ambientali; proiezione di fotografie e dibattito sulla transumanza e la pastorizia.
GRATUITO

ORE 20.00
CENA AL RIFUGIO
PREZZO: 15.00 €

PERNOTTAMENTO IN RIFUGIO
Per chi lo desiderasse sarà possibile passare la notte in rifugio per proseguire con le attività del giorno successivo. Il pernottamento comprende la notte, coperte, cuscini e prima colazione
PREZZO: 20.00 €

14 giugno (domenica) 6.00 – 10.30
PRIMA MUNGITURA E LAVORAZIONE DEL CASTELMAGNO
Per chi lo desidera sarà possibile assistere alla mungitura delle mucche in alpeggio. Poi i partecipanti vedranno l’arrivo del latte appena munto e la prima lavorazione del formaggio.
GRATUITO

11.30 – 16.00
ESCURSIONE A NARBONA
Dal rifugio si partirà per una facile escursione con un accompagnatore naturalistico che porterà i partecipanti a scoprire la borgata di Narbona con la sua storia e la sua magia.
ADULTI: 5,00 €
GRATUITO PER I BAMBINI SOTTO I 14 ANNI

PRANZO AL SACCO FORNITO DAL RIFUGIO (A RICHIESTA)
Munirsi di borraccia per l’acqua
PREZZO: 6.00 €

PRENOTAZIONI OBBLIGATORIE ENTRO IL GIOVEDì PRECEDENTE ALL’INDIRIZZO: ecomuseo@terradelcastelmagno.it O AL NUMERO: 334/1316196 (Sara)

Ancora in provincia di Cuneo, a fine mese, domenica 28 giugno, 1° festa della Transumanza a Canosio (Valle Maira).

E adesso un po’ di immagini “datate”. Risalgono all’inverno e ce le manda, come sempre, l’amico Leopoldo. Gennaio 2015, Fabio Zwerger e il suo gregge a Bessica di Loria (TV).

Poi cambiamo gregge. Dalla foto che segue, sono gli animali del pastore Lorenzo Fedele detto “Biagi”. Immagini scattate a Piombino Dese (PD).

Grazie per le belle immagini. Una precisazione che ho già fatto anche su Facebook. Visto che oggi mi è stato chiesto quando “costi” fare un servizio sulla propria azienda per poi pubblicarlo qui, ci tengo a dire che MAI ho realizzato inserzioni a pagamento. Anzi, ogni viaggio fatto per raggiungere greggi, mandrie, alpeggi, fiere è stato effettuato a mie spese, salvo le volte che sono stata invitata a partecipare a manifestazioni in cui ho presentato uno dei miei libri e mi è stato dato un rimborso spese per il viaggio. Gli amici al massimo mi hanno offerto pranzo, cena, ospitalità, come si usa in amicizia!!

Foto dal Nord-Est

Oggi un po’ di spazio ad alcune tra le tantissime foto che l’amico Leopoldo mi invia sempre. Prima però volevo ricordarvi un appuntamento. “Pascolo vagante 2004-2014” sarà ospite al Festival della Montagna di Cuneo. Vi aspetto venerdì 29 maggio, ore 18:30, presso il Salone d’Onore del Palazzo Comunale per la presentazione del mio libro fotografico.

Passiamo alle immagini dal Nord-Est. Sono vergognosamente in ritardo, tant’è vero che questi sono addirittura scatti invernali. Così scriveva Leopoldo: “Sono andato a trovare Fabio Zwerger ieri mattina (28 dicembre 2014, ndA). La neve non è stata tanta, ma in questi giorni fa molto freddo e Fabio ha molti agnellini nati in questi giorni. Anche gli altri pastori sono tutti scesi dalla Valsugana e sono in pianura. I problemi dei sindaci con i divieti di pascolo, purtroppo, persistono.

Per le prossime foto, cambiamo gregge e pastore. Matteo Froner a Ramon di Loria (TV), sempre immagini di Leopoldo Marcolongo.

Le ultime due immagini riguardano un parto difficile e, per la cronaca, Leopoldo ci racconta che in seguito la pecora è stata portata via, probabilmente in un luogo adatto per essere ricoverata affinchè si riprendesse.

Foto e appuntamenti

Vista l’ora, non ho tempo per raccontarvi un po’ delle solite storie di pascolo vagante, così oggi vi dovrete “accontentare” di qualche foto e la segnalazione di un paio di appuntamenti. Ricordo che, come sempre, se volete segnalarmi qualche manifestazione, non avete che da scrivermi inviandomi le locandine.

Sabato sera vi aspetto a Quincinetto, ore 21:00, presso la cartolibreria “Penna e Calamaio” per la presentazione del mio libro “Pascolo vagante 2004-2014”, accompagnata da proiezione di foto.

Resto in zona per domenica, quando a Carema (TO) si terrà la Fiera di Primavera con battaglia delle capre – rassegna ovicaprina. In fiera potrete anche trovare i miei libri.

Per finire, un po’ di foto dell’amico Leopoldo, che ci invia sempre moltissime immagini dal Nord-Est. Questi sono scatti del periodo natalizio, una giornata di cielo grigio, ” ...il gregge dei fratelli Fronza che sono lungo il Brenta a Piazzola sul Brenta (Padova).

Grazie ancora per il materiale che mi inviate. Buon cammino a tutti e… come sempre, se ci vediamo in giro, fatevi riconoscere!

Foto e appuntamenti

Questo fine settimana nessuna serata di presentazione dei miei libri, ma prendete l’agenda per segnarvi tutti i prossimi appuntamenti. Si inizia venerdì 13 in Val d’Aosta, a Champdepraz, saletta adiacente la biblioteca comunale, frazione La Fabrique 165/bis. Si prosegue giovedì 20 marzo a Pomaretto (TO), ore 20:45, presso la Scuola Latina, in abbinamento al film sulla pastorizia “Tutti i giorni è lunedì”. Giovedì 26 marzo, ore 20.00, sarò invece in Svizzera, Canton Ticino, ad Acquarossa, nell’Aula Magna Scuole Medie, per la quarta serata “il futuro del primario”. Introduce il prof. Luca Battaglini, ordinario di scienze, zootecnia animale e di alpicoltura presso l’Università degli Studi di Torino, proiezione del film appena terminato “Tutti i giorni è lunedì”, che presenta la figura del pastore sulle Alpi piemontesi. In seguito la presentazione dei miei libri.

Anche oggi qualche foto dell’amico Leopoldo, che… poco per volta ci conduce ad incontrare buona parte dei pastori e greggi del Veneto. “Sul Grappa ho trovato casualmente anche Michele Silvestri di Castel di Godego, che non conoscevo. Mi ha detto che avrebbe portato il gregge in Toscana con i camion.

Sempre sul Grappa ho trovato questo enorme gregge, ma non sono riuscito a trovarne il proprietario. C’erano solo assistenti romeni. Non pensavo che il monte Grappa, che io vedo dalla mia finestra e che ricorda la Grande Guerra, fosse così pieno di pecore e di vacche.

Spazio di servizio

Oggi ospito sul blog un amico ricercatore, che sta svolgendo uno studio sulla rilevanza degli immigrati per la sostenibilità della pastorizia nell’Europa Mediterranea. Se qualcuno avesse voglia e tempo di rispondere alla sua breve inchiesta, per aiutarlo nel suo lavoro… Grazie mille!


 

Il ruolo dell’immigrazione per il futuro del pascolo mediterraneo

L’economia agricola e dello sviluppo rurale dipendono sempre più dalla presenza e dal contributo degli immigrati alla produzione alimentare e alla gestione del territorio. Una ricerca congiunta Coldiretti/Caritas nel 2013 indica che “I prodotti dell’agricoltura italiana passano nelle mani dei lavoratori stranieri che rappresentano circa il 25 per cento del numero complessivo di giornate di occupazione del settore. (…).

Questo fenomeno ha un’importanza specifica nei paesi del Mediterraneo, per 2 motivi principali:

1) le filiere dell’agro-alimentare e del turismo costituiscono significativamente i pilastri dello sviluppo sociale, culturale ed economico locale, rappresentando il corpo della Politica Agricola Comune cui l’Unione europea dedica circa il 40% delle proprie risorse;

2) i paesi EU del Mediterraneo – Italia, ma anche Spagna, Francia e Grecia – erano fino a poco tempo tradizionalmente terre di emigrazione, e si ritrovano ora a ricevere e gestire un importante flusso migratorio all’interno dei propri territori.

La pastorizia rappresenta un settore specifico in questo contesto, poiché in molte regioni questa importante attività continua a esistere grazie agli immigrati che arrivano da altre comunità di pastori (sostanzialmente da Marocco, Romania, paesi Balcanici), portando la loro esperienza, le loro conoscenze e le loro pratiche.

Nel caso dell’Abruzzo i dati della Coldiretti indicano che circa il 90% dei pastori attivi sul territorio è di origine straniera. Come insegna anche l’esperienza dei Sardi insediatisi nel centro-Italia nel Novecento, questo processo comporta conseguenze importanti per la società, l’ambiente e l’economia rurale locale.

Trovare il modo di integrare questi immigrati rappresenta una sfida fondamentale per la sostenibilità della pastorizia e per il futuro delle aree montane.

  • Qual è la vostra esperienza in questo senso ?
  • Quali opportunità e quali problematiche presenta questo fenomeno ?
  • Quali sono i fattori che stanno cambiando oggigiorno il lavoro di pastore ?
  • Pensi che la Politica Agricola Comune (CAP) dell’UE e le politiche nazionali riguardo alla gestione dei flussi migratori e del mondo del lavoro siano adeguate alla situazione ?

 TRAMed Transumanze Mediterranee

contatto: Michele NORI, michele.nori@eui.eu


 

Per alleggerire un po’ (ma la cosa è volutamente seria, vi sarei molto grata se rispondeste a Michele), eccovi qualche bella foto dell’amico Leopoldo. Settembre 2014, Monte Grappa (TV), il gregge di Battista e Mario Perozzo.

Grazie a Leopoldo Marcolongo per le belle immagini. Ho fatto una selezione tra le tante che mi ha inviato.