Appuntamenti vari

Un po’ di segnalazioni, anche se sicuramente gli eventi in questa stagione sono moltissimi. Inizio con un convegno  cui parteciperò.

In Veneto, a Vicenza, venerdì 17 giugno alle ore 15:00 si terrà l’incontro “I pastori, i custodi degli animali e dell’ambiente: verso politiche migliori per sostenere il pastoralismo. Casi di studio dal mondo”. Qui il programma completo. L’ingresso è libero. Per chi fosse interessato, avrò con me le mie pubblicazioni.

Sempre questo fine settimana, dal 18 al 20 giugno, a San Bernardo di Conio festa del Pastore, transumanza da Albenga al Bosco delle Navette. Qui tutto il programma nel dettaglio, per unirsi a gregge e mandria e seguire la transumanza.

Altre due feste in Francia. Sono stata ieri a quella di Nevache (abbastanza deludente, rispetto a passate esperienze oltralpe… ma ve ne parlerò prossimamente). Locandine fotografate nelle vetrine di Barcellonette: domenica 26 giugno, a Guillaumes e sabato 2 luglio proprio a Barcellonette. Il 17-18-19 invece c’è una delle più storiche manifestazioni di questo genere in Francia. C’ero stata anni fa e mi era davvero piaciuta: a Die, nel Vercors. Ecco il sito dove trovate tutte le informazioni.

Un appuntamento ancora più rivolto al futuro. La casa editrice Laterza mi ha comunicato definitivamente la data di uscita del mio prossimo libro, il primo che uscirà su scala nazionale. “Storie di pascolo vagante” sarà in tutte le librerie dall’8 settembre prossimo. La scelta della copertina, molto sofferta, non rispecchia il mio punto di vista. Mi assicurano che funzionerà a livello di pubblico, dato che quest’opera vuole farmi conoscere anche a chi è completamente digiuno di questa realtà. Mi affido quindi a chi ha esperienza nel settore… io avrei preferito una copertina meno cupa e drammatica, ma soprattutto una copertina con il pascolo vagante…

Annunci

Fiere, altri eventi e un importante appuntamento per i pastori vaganti

In Lombardia si cerca di far qualcosa per tutelare la pastorizia nomade e rilanciarne i prodotti. Non è la prima volta che si tenta di mettere in piedi iniziative in tal senso, ma ora più che mai è necessario essere uniti tra pastori per affrontare problematiche e opportunità.

Questa è la lettera di convocazione per l’incontro, aperto a tutti gli interessati di tutto il Nord Italia (non solo Lombardia!!), che si terrà il 25 novembre a Zanica (BG) in via Aldo Moro 9 alle ore 20:30. Lo so che, facendo il pastore, è difficile spostarsi ed avere tempo, ma sarebbe importante partecipare per riuscire a “costruire” qualcosa, altrimenti si rischia di perdere un’importante opportunità.

(foto M.Ziliani)

Quest’immagine l’ho presa dalla pagina Facebook di Antonella, la moglie di Massimo, uno degli organizzatori dell’incontro, da cui ero stata quest’estate in alpeggio. Ritrae il gregge verso Ostiglia. Pensate che uno dei problemi della pastorizia nomade è il fatto che, per legge, gli argini (come questi, del fiume Po) non sarebbero pascolabili!!! Ogni singolo pastore si lamenta, ma… se fossero tutti uniti, magari si potrebbe ottenere qualcosa! Per partecipare alla riunione o per avere maggiori informazioni sull’iniziativa: Massimo (3388199503), Tino (3335225220) e Silvestro (3472237255).

Questo fine settimana invece vi segnalo ancora alcune fiere e feste. Dopo il successo dello scorso anno, vi invito a venire alla Fiera di Pomaretto all’imbocco della Val Germanasca (TO), sabato 21 novembre. Ore 8:00 apertura e arrivo degli animali, ore 15:00 premiazione. Sono previsti circa 500 capi in mostra.

Altra fiera a Villanova Mondovì (CN), in occasione della festa di santa Caterina, si terrà BEE, pensieri, parole, formaggi. 22 novembre 16ª rassegna ovicaprina e fiera mercatale di Santa Caterina. Qui sul sito del Comune, il programma dettagliato della manifestazione.

Sempre domenica 22 a Perloz (AO), tradizionale 34° battaglia delle capre. Inizio dei combats alle ore 13:00. Sono gli ultimi appuntamenti prima della stagione invernale…

Prendete nota degli appuntamenti

Dal momento che, nei prossimi giorni, probabilmente non riuscirò ad aggiornare il blog, vi segnalo già ora alcuni appuntamenti che potrebbero interessarvi. Alcuni riguardano le presentazioni del mio libro “Pascolo vagante 2004-2014”. Venerdì 29 maggio, nel tardo pomeriggio, ore 19:00, sarò al Festival della Montagna a Cuneo (Salone d’Onore, Palazzo Comunale). Nella stessa data, stessa sede, mal al mattino, vi segnalo anche questo interessante convegno “Zootecnia e agricoltura i montagna: problematiche e proposte operative”  (qui l’intero programma e i relatori).

Sabato 30 maggio vi aspetto nelle valli di Lanzo, a Balme (TO). “Pascolo vagante 2004-2014” sarà presentato in abbinamento ad una cena presso Les Montagnards (frazione Cornetti 73 – prenotarsi al 347.3634082). Prodotti del territorio, carni e formaggi degli allevatori locali. Vi aspetto per una serata da trascorrere insieme.

Restando nelle Valli di Lanzo, domenica 31 a Pessinetto potrete anche assistere alla 2° rassegna/confronto delle capre (che sarebbe poi la battaglia… ma magari, chiamandola “confronto”, certi animalisti che si agitano senza sapere di ciò che si tratta, stanno più tranquilli!).

Stesso fine settimana, 30-31 maggio, nel Biellese invece potete partecipare ad una transumanza, la salita della mandria all’Alpe Moncerchio. Qui potete leggere tutto il programma dei due giorni. Ovviamente ci sono molte altre manifestazioni ed eventi a carattere zootecnico in Piemonte e non solo. Io mi presto come vetrina per tutti quelli che volete comunicarmi.

Appuntamenti locali e internazionali

Dalla Germania mi girano questo invito, se qualcuno fosse interessato a partecipare in rappresentanza dei pastori: Riunione dei pastori europei. La FAO, grande organizzazione mondiale per la nutrizione e l’agricoltura, vuole tenere la cultura dei pastori. Il 26, 27 e 28 giugno è stata organizzata una riunione europea di pastori a Ehrenbreitstein (vicino Koblenz). Per i partecipanti sono previsti sussidi per il viaggio e l‘alloggio. Le lingue parlate saranno tedesco e inglese. Venerdi 26 giugno, ci sarà la riunion dei pastori d‘Europea. Noi pastori europei ci mettiamo insieme per essere più forti sia tra di noi che nei confronti degli altri. Noi pastori d‘Europa abbiamo tante cose in comune (come il nostro lavoro per l‘ecologia, le lunghe ore di lavoro, i pochi soldi…) e tanti problemi uguali (burocrazia, marcatura elettronica delle orecchie, lupi…). Sabato 27 giugno, si parla tra esperti e con i membri del Parlamento. Domenica 28 giugno, la riunione è aperta alla stampa ed al pubblico. (con dimostrazioni di differenti razze di pecore, di cani da lavoro …) Siamo tutti contenti se venite anche dall`Italia, per informazioni contattare: ruth.haeckh@berufsschaefer.de In ambito locale, per questo fine settimana vi ricordo due appuntamenti: la fiera di Roaschia nel’omonimo comune in provincia di Cuneo, e la fiera della salita agli alpeggi a Bobbio Pellice (TO) – Fira ‘d la pouià. Spero presto di riavere il mio pc dove ho salvato le foto per poter ricominciare ad aggiornare il blog con gli arretrati… Portate pazienza per questi problemi tecnici.

Per chi fosse interessato, vi segnalo anche la conferenza che terrò questo venerdì sera, 15 maggio 2015, a Pinerolo  insieme a Maurizio Dematteis, nell’ambito dei 15 anni dell’associazione “Le Ciaspole” di Pinerolo. Parlerò di montagna dal punto di vista dell’allevamento, alpeggio, pastorizia, ecc… – ore 21:00, Teatro Incontro di Via Caprilli.

Appuntamento in Lombardia e foto

Rientrata dalla mia breve trasferta oltreconfine, di cui vi parlerò per più “puntate” qui sul blog, oggi vi annuncio un paio di eventi per il fine settimana in Lombardia e condivido le foto di un amico.

Innanzitutto, vi comunico che questo venerdì, 6 febbraio 2015, presenterò il mio libro fotografico “Pascolo vagante 2004-2014” a Cologne (BS), ore 21:00, presso la Cascina Ponte di Via Peschiera 1. Vi aspetto numerosi per vedere insieme le immagini e chiacchierare di pastorizia.

Nel fine settimana invece sarò ad Ardesio (BG), per l’annuale Fiera delle Capre e dell’Asinello. Qui l’intero programma della manifestazione della domenica, ma anche il convegno del sabato sera “Vivere in montagna: Protagonisti!”. Il libro “Pascolo vagante 2004-2014” sarà in vendita durante la fiera, cercatemi tra le bancarelle!

Adesso invece andiamo indietro nel tempo (o avanti con la fantasia!). Immagini estive, mese di agosto sotto le Pale di San Martino. L’amico Leopoldo mi ha mandato decine di foto, che smaltirò pian piano, come sempre, intervallandole ai miei post. Il gregge è quello di Fabio Zwerger.

Con queste belle immagini di montagna e di greggi, vi invito a tornare su queste pagine per conoscere insieme a me una realtà che sono andata a scoprire nei giorni scorsi. Grazie ancora a Leopoldo Marcolongo per gli scatti, sempre affascinanti, che ha piacere di condividere con gli amici del blog.

Notizie e annunci vari

Ricevo varie richieste per annunci di vario tipo. Iniziamo con un gregge…

Mi chiamo Salvatore e faccio il pastore. Vorrei sottoporvi un’offerta relativa all’acquisto del mio modesto gregge di pecore. Con mio grande rammarico sto cercando un potenziale acquirente poichè ho necessita’ di cessare questa bellissima attività che tanto mi appassiona.

L’offerta riguarda un gregge di circa 400 capi incrocio biellese/comisana e circa 50 capre. La mia richiesta, sicuramente discutibile, e’ di 100 euro ciascuna. In allegato le invio anche qualche immagine che ho scattato proprio oggi. Sono della provincia di Asti, comune di Viarigi.  3293027040

 

Se acquistate il gregge e vi mancano i cani… Ecco un altro annuncio! “Vivo in provincia di Venezia, e da quando, finalmente, ho avuto la fortuna di trasferirmi in campagna, mi sono presa una coppia di cani da pastore bergamasco: una razza che non conoscevo direttamente ma che ho scelto fidandomi del consiglio di conoscenti esperti, e che adesso posso confermare in pieno, perchè è veramente un cane eccezionale, equilibrato e socievole, e lo è in virtù del fatto che da secoli è utilizzato come cane da lavoro in montagna con le greggi e con le mandrie. Ora, io non ho animali e i miei cani sono essenzialmente da compagnia e da guardia, ma discendono direttamente da cani da lavoro delle valli bergamasche e lo si vede bene perché hanno proprio l’aspetto e il temperamento rustico “di una volta” (e, per dirla tutta, hanno poco dell’aspetto del bergamasco da esposizione canina, con lo strascico di taccole fino a terra, che va per la maggiore adesso ma che non ha niente a che fare con i cani da lavoro!).

Ora, a gennaio mi hanno fatto una bellissima cucciolata di 10 cuccioli, che chiaramente sto cercando di dare via…ma sto facendo una fatica tremenda, perché dalle nostre parti questa razza è praticamente sconosciuta, e chi ne ha sentito parlare è convinto che sia un cane ingestibile, enorme e pieno di pelo lungo fino a terra…Così ho pensato che nel mondo della pastorizia ci sia più possibilità che siano apprezzati e conosciuti per le loro qualità e quindi ti volevo chiedere se puoi darmi dei suggerimneti, o magari addirittura dei contatti diretti, anche tramite il tuo blog, per mettermi in contatto con pastori / allevatori di queste parti (diciamo, in generale, del nord-est) che potrebbero essere interessati a prendere un cucciolo di pastore bergamasco. Per correttezza dico da subito che non posso permettermi di regalarli, cerco perlomeno di rifarmi delle spese che sto sostenendo per tirarli su (compresa registrazione, vaccini oltre che ahimè pedigree…perché ce l’hanno), però diciamo che “faccio bene” e che sono disposta a trattare…soprattutto se vanno a finire in montagna e in mezzo alla natura! Per contatti, 335 7030637.

Quando avete gregge e cani… dovete allora preoccuparvi per l’alpeggio. E qui ci sono i veri grandi problemi! Per parlare di questi temi e soprattutto per capire un po’ dove andremo a finire, tra nuova PAC, speculazioni e molto altro ancora, ecco un convegno a Saluzzo (CN). Qui qualche dettaglio in più sui temi del convegno.”

Appuntamenti da non mancare

Nonostante tutto quello che ho da fare, parteciperò anche a qualcuno di questi appuntamenti… Andiamo con ordine.

Domani, 21 marzo 2014, come già vi avevo anticipato, a Mentoulles (Fenestrelle, Val Chisone, TO) presso l’associazione culturale Barbarià alle ore 21:00, vi sarà la presentazione del libro “Nel tempo dei lupi” di Giacomo Revelli, presente l’Autore.

Sempre domani, a Corio (TO), alle 20,30 presso la Sala Consiliare del Comune sarà proiettato un film nell’ambito della rassegna “Chantar l’uvern” di Regione e Comunità Montana. Si tratta di “Il vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti, prodotto da AranciaFilm. Sarà presente uno dei protagonisti.

Agli sgoccioli con la consegna delle bozze finali del mio nuovo libro, continuano le presentazioni di quello “vecchio”. Domenica 30 marzo, ore 14:30, presso Cascina Matinè a Chieri (TO), presentazione del libro, animazione per bambini, merenda a km zero. Prenotarsi al 3453102552.

A Milano, dal 28 al 30 marzo, si terrà “Fa la cosa giusta“. Parteciperò in qualità di relatrice il 29 marzo alle ore 17:30 nell’ambito dell’incontro “Montagne da (RI)vivere”. Qui ulteriori dettagli sulla manifestazione.

Appuntamento ad Ormea (CN)

Tra pochi giorni sarò ospite ad Ormea (Val Tanaro, CN) della Scuola Forestale per un duplice incontro. Uno, pomeridiano, con gli studenti della scuola, l’altro aperto al pubblico, di cui vado a presentarvi il programma dettagliato.

Presso la Scuola Forestale di Ormea (CN), il 10 dicembre 2013, dalle ore 17:00 si terrà il Terra Madre Day, durante il quale vi sarà anche la presentazione di “Di questo lavoro mi piace tutto”.

1. Apertura dei lavori e presentazione di Terra Madre
La rete di Terra Madre è costituita da tutti coloro che vogliono agire per preservare, incoraggiare e promuovere metodi di produzione alimentare sostenibili, in armonia con la natura, il paesaggio, la tradizione. Al centro del loro impegno c’è un’attenzione particolare per i territori, per le varietà vegetali e le specie animali che hanno permesso nei secoli di preservare la fertilità delle terre.
Davide Ghirardi – fiduciario della condotta Slow Food Monregalese Cebano Alta Val Tanaro e Pesio
2. La Scuola forestale di Ormea e il territorio.
Breve presentazione delle attività della scuola e del suo rapporto con il territorio. Consegna di borse di studio da parte del Rotary Club di Mondovì a studenti meritevoli.
3. Laboratorio del gusto sul formaggio d’alpeggio
Gli intervenuti parteciperanno alla degustazione di alcuni formaggi d’alpeggio locali accompagnati da un bicchiere di vino prodotto dagli studenti nell’ambito dei laboratori sperimentali e offerto dalla Scuola forestale di Ormea.
Tullio Galvagno membro ONAF ed esperto di cucina ormeasca.
4. Presentazione del libro di Marzia Verona “Di questo lavoro mi piace tutto “ giovani allevatori del XXI secolo tra passione e difficoltà.
Il saggio, con oltre 400 pagine e più di 100 foto a colori, contiene un’ottantina di interviste a giovani tra i 15 ed i 30 anni con la passione per l’allevamento. C’è chi lo pratica come mestiere, chi come hobby, sognando di poterlo trasformare in attività lavorativa.
In abbinamento verrà presentato il romanzo di Giacomo Revelli “Nel tempo dei lupi”
Guido, un tecnico torinese installatore di antenne per cellulari, viene spedito a montare un’antenna a Realdo, in una zona che tuttora non è coperta dal segnale. Per trovare il luogo giusto dovrà abbandonare il navigatore satellitare e chiedere aiuto ad uno degli ultimi pastori brigaschi, una categoria la cui esistenza si perde nei tempi, gravemente condizionata dalla spartizione dei confini nell’ultima guerra.
Marzia Verona, Giacomo Revelli e pastori locali
5. Associazione Fondiaria Carnino
L’associazione non ha fini di lucro, raggruppa i proprietari, o aventi diritto, dei terreni con destinazione agricola, boschiva o pastorale ed è finalizzata ad una gestione del territorio che ne conservi e migliori i valori agricoli,
paesaggistici ed ambientali, con particolare attenzione alla biodiversità.
Massimo Sciandra guardia parco del Marguareis.
6. Comunità dei custodi dei castagneti della Val Mongia.
La comunità dei custodi del castagneti della val Mongia nasce dalla volontà di tutelare un territorio che da sempre ha al centro della sua cultura e della sua economia la castagna.
Ettore Bozzolo referente della Comunità dei custodi dei castagneti della Val Mongia.
7. Un pizzico di follia: il Rifugio Escursionistico Quarzina.
Motivazioni, sensazioni, esperienze a 5 mesi dall’apertura.
Due affermate professioniste lasciano le loro attività urbane, comprano un ex albergo a 1.337 mt.slm e aprono un rifugio escursionistico riportando il sorriso sulle facce degli ultimi abitanti.
Eva Bramante, Angelica Demaestri
8. Tavola rotonda con i relatori e Scuola forestale, Slowfood, Coldiretti, CAI, UNCEM

Articoli, convegni, libri

Mentre sistemo le foto e sbrigo un po’ di arretrati dopo la mia assenza della settimana scorsa, inizio a pubblicare un po’ di notizie, tra cui una comunicazione importante.

Sì, sono ancora in alpeggio e, per questo motivo, il blog non è aggiornato con la frequenza quasi quotidiana a cui eravate abituati un tempo. I pastori cercano sempre di far durare la stagione il più possibile e poi, fino all’altro giorno, chi pensava di venir via, con giornate del genere?

Questo blog comunque ha ricevuto un buon numero di visite nonostante la mia assenza grazie a due avvenimenti. La scorsa settimana infatti sono stata intervistata in diretta su Radio Capital mentre ero a Bra per Cheese. Sempre in quell’occasione, mi è stata fatta un’altra intervista che avete potuto leggere a firma di Carlin Petrini sulle pagine regionali di Repubblica domenica scorsa. Qui il testo on-line.

Stamattina mi sono lasciata alle spalle il cielo blu per tuffarmi nella nebbia e nella pioggerella autunnale. Chi è in pianura poco sa della vita dell’alpe… Purtroppo anch’io scrissi su questo mondo quando ancora non lo conoscevo dall’interno. Oggi, dovessi farlo, affronterei diversamente l’argomento. Volevo segnalare a tutti coloro che ancora cercano la mia opera “Vita d’alpeggio”, Blu Edizioni (esaurita in libreria), che ora è disponibile l’e-book (per i più tecnologici). Lo trovate per esempio qui.

Soprattutto per gli addetti ai lavori, volevo segnalare questo interessante convegno che si terrà il prossimo 5 ottobre a Rocca de Baldi (CN). Qui il programma della Festa dei Bergè, all’interno del quale si terrà anche il convegno sulla parassitosi e gestione sanitaria degli allevamenti ovicaprini.