Appelli-annunci

Anche se da qualche tempo su questo blog esistono spazi per così dire “di servizio”, oggi riporto alcuni annunci qui. Stavo pensando in effetti di aprire anche una pagina dedicata ai cani, perchè ricevo sempre decine di richieste da persone che cercano cani da lavoro (toccatori o da guardiania).

(foto P.Annoni)

Il primo è un triste appello. Viene da Teresina, sorella di Candido, pastore che tragicamente se n’è andato qualche tempo fa. “Piango con tutto il cuore per il vuoto lasciato da un ragazzo solare, amante del suo gregge, pieno di energia e vitalita`, che per un momento di sconforto ha perso la propria vita a soli 45 anni. Sono sempre stata molto orgogliosa di lui, peccato che non glielo posso piu´ dire di persona. Ci vuole coraggio a stare fuori all`aperto sotto tutte le intemperie, pioggia, vento, ghiaccio, neve e sole cuocente, senza tutte le comodita` della dolce casa, le scarpe lucide e gli abiti puliti e stirati. Ogni tanto il calendario indicava anche per lui dei giorni festivi e non soltanto lavorativi, come le prime comunioni e le cresime dei propri figli, i compleanni, il Natale e la Pasqua, allora potevamo vedere Candido senza barba con i suoi bei ricci accorciati, folti come la lana delle pecore con l’abito adatto per l’occasione e naturalmente le scarpe ordinate che sostituivano gli scarponi. Grazie a tutti coloro che lo hanno amato e continueranno ad amarlo nel loro cuore ed anche a chi incontrandolo gli ha offerto aiuto e simpatia sul suo cammino.

Io non lo conoscevo, l’ho solo “visto” in questo articolo. Teresina abita in Germania e cerca chiunque possa raccontarle qualcosa di suo fratello. “Ammiro il lavoro del pastore anche se purtroppo poco capito e sostenuto. Principalmente le persone che hanno conosciuto Candido sono in Lombardia, nella provincia di Bergamo, soprattutto in Valle Seriana ed in  pianura, Brescia, Milano, Lecco, Como. Un messaggio a tutti coloro che hanno conosciuto Candido di persona ed hanno potuto vederlo e parlargli sia in passato ma anche e soprattutto nei primi nove giorni del 2014, sarei molto lieta di ricevere testimonianze che mi possano rendere ancora piu’ vivo il suo ricordo. Grazie a chi vorra’ parlarmi di lui. Il mio indirizzo mail e’: teresina.rossi@gmx.de

Il secondo annuncio riguarda un cane. “Abito in prov.di Vicenza ho una femmina di border collie di 4 anni. L’ha portata a casa mia figlia anni fa. Ora però il lavoro di mia figlia  dopo la laurea l’ha portata a Roma e ovviamente non è  spesso a casa. Purtroppo io sono rimasta sola, mio marito e deceduto, e l’altro figlio per lavoro è lontano anche lui. In questo tempo ho cercato di gestire la mia bellissima “Vega” portandola fuori una volta al giorno e lasciando che corresse libera lungo l’argine del fiume e giocasse almeno un ora al giorno, ma ora sfortunatamente la mia salute è fortemente compromessa. Sto male nel vedere Vega costretta a casa, ha bisogno di spazi e di essere impegnata è insito nella sua natura. Io la REGALEREI molto volentieri a un pastore che la trattasse bene con affetto. E’ sana, sterilizzata molto attiva,  e sempre stata controllata dal veterinario. E’ molto molto intelligente e dolce, per lei sarebbe bene rendersi utile e io  sarei tranquilla nel sapere che può essere felice. Ovviamente potrei venire ad incontrare chi dimostrasse interesse alla mia “Vega” e fare un po’ di giorni di affiancamento affinchè si abituasse e non desse problemi. Grazie  Loretta. 3381763487 lzaborra@gmail.com

Amici che lavorano

Dopo la comunicazione di servizio, anche il secondo post di  oggi è dedicato agli amici del blog che, oltre a mandarmi tante foto di greggi, mandrie, alpeggi, ecc… fanno lavori o hanno hobbies in qualche modo legati alla pastorizia o al mondo dell’allevamento in generale.

Iniziamo da  un  “progetto” un po’ particolare, che ci propone Gianpaolo. Il “Progetto Falabrak” (i Piemontesi capiscono immediatamente questo termine… per tutti gli altri, è una di quelle parole dialettali non completamente traducibili che indica una persona stupida/scansafatiche… e molte altre cose insieme!).

Qui la “filosofia”  del progetto, “…che vuole richiamare la tradizione piemontese, con la diffusione di maglietta con le scritte piu disparate, rigorosamente nella nostra lingua!!” C’è anche un sito ed un gruppo Facebook. Buon proseguimento a questi amici, all’insegna  di un po’  di sano divertimento e spensieratezza, di cui abbiamo bisogno in questi tempi!

Invece da Roma ci scrive Alfonso, parlandoci della sua passione per i collari in legno. A  lui la parola! “Mi presento: sono Alfonso CECERE (Gianni RUSSO per gli annunci su internet), ho 39 anni – lavoro a Roma ma sono originario della Provincia di Avellino e per hobby faccio dei collari in legno per bovini / ovini / caprini.

Ho imparato a fare i collari da un vecchietto (quando avevo 13/14 anni) e dall’età di 16 anni non ho avuto più nessun bisogno di avere qualcuno a fianco (anche se non si finisce mai di apprendere), ed in questi anni ho fatto tantissimi collari per hobby vendendoli ai mandriani (ho anche barattato 30 collari con una mucca gravida al 6° mese), a dei pastori, ad una grossa ferramenta, ad un venditore che gira per le fiere con un camion ed ad alcune persone che me li chiedevano.
Poi cinque anni fa hanno creato un’Associazione che cerca di non far dimenticare il passato (far rivivere i giochi dei nostri nonni, le arti e le professioni del passato, gli utensili del passato, etc) con una mostra nella Settimana di Ferragosto ed alla mostra dell’anno 2010 mi hanno chiesto di partecipare con uno Stand. Visto che abbiamo in comune le stesse finalità (io non voglio far dimenticare una parte del nostro passato – i collari in legno), ho partecipato a questa mostra, ho venduto qualche collare ed ho trovato 6 allievi che volevano imparare a fare i collari, quindi a Marzo 2011 ho trovato un locale (un garage con un bagno + giardino + un frigo vecchio per le bevande) e 2 vecchietti (che si alternano con me – facciamo un sabato pomeriggio a testa in bottega ed il quarto riposiamo) e da Aprile siamo partiti con questa bottega (con 8 allievi ma ad oggi sono rimasti solo 6 allievi).

Agli inizi di Settembre chiudiamo con questi allievi (durante i 18 mesi di corso non hanno pagato un Euro per le nostre lezioni – tranne qualche gelato o birra portati in bottega di loro iniziativa) e quindi successivamente dobbiamo vagliare se aprire un’altra sessione (della stessa durata – già abbiamo alcune richieste da parte di potenziali allievi) o chiudere del tutto visti:

1. i miei impegni di lavoro – sono a Roma e la bottega è in provincia di Avellino;
2. le condizioni di salute di uno dei due vecchietti (che sono con me);
3. le spese di manutenzione di questo mio Hobby (circa 300/350 Euro al mese).
Per ammortizzare i costi (affitto locale + bevande per il frigo + benzina per la jeep – presa in prestito quasi tutti i sabato da un amico – per trovare in montagna i pezzi di legno da lavorare) ad Aprile 2011 abbiamo messo degli annunci su vari siti internet per vendere qualche collare (fatti da Noi professori) e ne abbiamo venduto una sessantina per ovini / caprini ed una quarantina per bovini.

Chissà che, tra i lettori, ci sia qualcuno interessato a contattare Alfonso? Lui ci dice di conoscere già Giovanni Mocchi e di aver avuto contatti con il nostro amico  esperto di campane e campanacci…

Ecco i recapiti di Alfonso, se siete interessati ai suoi lavori o anche ai corsi.   Telefono  329/1479439 – oppure via e-mail collari.legno@libero.it

Annunci vari

Ricevo e giro diversi annunci: Jurgen cerca corna di capra (contattarlo in Tedesco o Italiano) rosnerj@hotmail.com.

Paola di Caselle Torinese  (Paolablandino@gmail.com) ha 6 capretti tibetani da piazzare.

Alfio cerca socio per l’alpeggio. “Sono un allevatore di capre e pecore, ho un’alpeggio x300 pecore circa sulle pendici del monte Verzel in Valle Sacra. Cerco un pastore che non abbia molti capi (considerato che io ne ho 50 in asciutta più 20 agnelle lacaune/meticce, direi 200 circa) x collaborazione estiva, conosci qualcuno che puo’essere interessato?

Ecco ancora un’immagine dell’alpeggio di Alfio e dei suoi animali. L’alpeggio è l’alpe Pistone. Mi ricorda un po’, così a vederlo dalla foto, un certo alpeggio in Val d’Angrogna dove ho trascorso buona parte dell’estate scorsa…

Leonardo (leonardo-78@hotmail.it) sta disperatamente cercando un secchio in rame di quelli che si usano per mungere capre e pecore. Vuole regalarlo a suo nonno, ma non riesce a trovarne uno. Lui abita tra Marche ed Umbria, ma cerca ovunque sia possibile reperire questo oggetto.

Ultimo annuncio: a qualcuno interessano capretti con 4 corna? Ce ne sono nati ben quattro, tutti maschi. Se a qualcuno interessassero, contattatemi.