Te ne sei andato, pastore…

Dieci anni fa, estate 2005, giravo per le valli facendo interviste. Quelle ai pastori vaganti sarebbero uscite all’interno di “Dove vai pastore?”. Tra gli intervistati c’era anche lui, Alfio.

Alfio, settant’anni ben portati, capelli grigi, occhi vigili in un volto segnato dal tempo, dall’aria, dalla pioggia, dal freddo e dal sole, è alla guardia di un gregge di circa ottocento animali.“, così lo descrivevo nel capitolo a lui dedicato. Alfio se n’è andato dieci anni dopo, all’età di ottant’anni. Aveva venduto le pecore e la scorsa estate non era più salito in montagna per problemi di salute.

Sono pastore dall’età di undici anni, ho sempre fatto questo. Già il mio bisnonno era pastore, abbiamo comunque sempre avuto qualche bestia, pecore. Questa è una maladia, na maladia grama. Non ti lascia, e tu vai avanti, anche quando gli altri, alla tua età, sono in pensione. Eh, per morire di fame con la pensione…“. Lassù al colle del Nivolet, Alfio dormiva sotto ad un nylon tirato contro una roccia.

Il funerale di Alfio sarà martedì a Rueglio, in Valchiusella, suo paese natale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...