Dalla Lombardia ci scrivono…

Mi ha scritto Linda, compagna di un pastore. “Io non lavoro con loro… vado quando posso ad aiutarli o semplicemente a ”far presenza” perchè mi piace il loro mondo. Mi piace la natura gli animali e la loro passione.” Voleva che parlassi anche di questa famiglia e del loro gregge, così mi ha mandato qualche foto e testi.

Cremona, terreno di sola ed unica bassa pianura, la svettante mole del Torrazzo, le dolci note di un violino, l’irresistibile profumo di una cucina rustica. L’artigianato Cremonese è caratterizzato dalle botteghe di liutai, specializzate nella produzione di strumenti ad arco, riconosciute a livello mondiale. Città che viene anche conosciuta come produttrice di dolciumi, con il suo famoso torrone.”

(foto L.Ruggeri)

All’interno di questa provincia lombarda ci sono pastori che lavorano ogni giorno con passione e che sfidano gli ostacoli delle innumerevoli strade trafficate che devono obbligatoriamente attraversare visto che, con un numero importante di animali, continuano i loro spostamenti quasi ogni giorno. Tra questi Annibale Gusardi ha utilizzato tutta la sua vita per loro. Per le pecore, assieme al perenne sostegno della moglie. Il suo pascolo vagante avviene nelle zone limitrofe alla città e ai comuni che essa comprende, per tutto l’arco dell’anno. Passione ereditata anche dal figlio, Roberto che come lui fin da ragazzino ha iniziato l’attività della pastorizia, ma a differenza del padre, la stagione estiva la passa in alpeggio.

(foto L.Ruggeri)

Quest’anno la transumanza è avvenuta in Valcamonica, accolta con una grande festa e alcuni amici pronti per aiutare nel paese di Sellero. Dopo un viaggio in camion, un pranzo offerto dal sindaco del paese stesso, inizia la lunga camminata verso i prati incontaminati dell’alta montagna scortati sempre dai cari compagni di lavoro: i cani.

(foto L.Ruggeri)

Dopo ore di cammino, si arriva ad un bel prato il sole è alto e scotta, le pecore entrano correndo nel sentiero e poi nell’erba calda, possono sfamarsi, riposarsi assieme a pastori, amici e conoscenti.

Grazie a Linda e buona stagione d’alpe anche a questa famiglia di pastori.

Annunci

Una risposta

  1. Che belle storie !! Anche di condivisione e di accoglienza! Spero che persone come queste non scompaiano mai, e che ci sia sempre qualcuno che raccolga l eredità e continui un mestiere così antico, antico come il mondo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...