La muntagnina dei 3000

Regalarsi un attimo di respiro e andare a trovare un’amica virtuale. Questo strano mondo dove tutto accade in rete… anche conoscere una montanara vera che, dalla sua casetta battuta dal vento, scrive, commenta, pubblica foto che ci mostrano i suoi animali, la sua vita, i suoi dipinti.

Lassù da lei l’inverno se ne sta appena andando. Davanti a casa c’è ancora neve, mentre dietro, tra l’erba secca schiacciata a terra, il sole e il caldo degli ultimi giorni hanno fatto sbucare i crocus. Ma di neve quest’inverno ne è caduta davvero tanta, sommando tutte le singole precipitazioni. Nel vallone dove lei sale in alpeggio infatti è ancora tutto bianco.

Il versante opposto, sopra al centro di Balme (siamo nelle Valli di Lanzo, TO), invece ha già un aspetto più primaverile, con i primi prati verdi, dove scendono a pascolare gli stambecchi. E i racconti di Polly parlano non solo dei suoi animali, quelli che adesso sono in stalla, oppure a razzolare nel cortile o ancora a fare le fusa sul letto… Ci sono allocchi salvati e nutriti, stambecchi ammalati, camosci, civette curiose…

Polly non è sola, ci sono tutti i suoi animaletti, gli amici che passano, i “vicini” di casa in quel paese che, d’inverno, conta meno di 100 persone, ma che viene poi invaso dai turisti e villeggianti d’estate, quando lei sale via via sui vari alpeggi con le vacche, le capre e l’asino. Però lei vive tutto l’anno in montagna e ciò fa di lei un “tipo strano” per chi arriva dalla pianura. “Lei è una muntagnina dei tremila…“, l’aveva apostrofata un turista. Quando c’è troppa gente, si rimpiange quasi la solitudine. C’è chi ti ruba le lose dal tetto della baita per cuocervi la carne e chi ti vuole denunciare perchè sali facendo portare un carico all’asino (viveri e pane per i cani), chi parcheggia sui prati e poi vuole soldi perchè le vacche hanno rotto lo specchietto.

Lei dice di esser comunque sempre stata un “tipo strano”. “Nella vita ho fatto un po’ tutto quello che volevo fare…” e certi atteggiamenti, il suo modo di essere, venivano giudicati anche dai compaesani. Ma Polly ha persino ricoperto cariche nell’amministrazione comunale (“…siamo quattro gatti, bastano tre voti e vieni eletto!“) e nelle associazioni locali.

Racconta di come un tempo si riuscisse a vivere facendo questo mestiere. “D’estate salivi all’alpe con le bestie in affitto, mungevi, facevi le tome e quello che ti davano per le bestie serviva per mantenere le tue d’inverno. E qui l’inverno comunque è sempre lungo… Però riuscivi a mettere qualcosa da parte, avere dei soldi per sistemare le baite, pagare le bollette, tutto. Oggi fatichi a sopravvivere.

Chi lo direbbe che una muntagnina dei 3000, classe 1955, quando non è in alpe e quando non ha lavori da fare con i suoi animali, si collega on line e parla con il mondo via Facebook? “Tre anni fa mi hanno portato un computer, i miei amici me l’hanno assemblato, poco per volta ho imparato…“. E adesso ha anche al seguito sempre la macchina fotografica digitale, per cogliere istanti di ciò che la circonda e condividerli con tutti noi che siamo sparsi qua e là per le valli, la pianura. La sua risata è contagiosa, la sua energia trascinante. Eppure la vita le ha già dato tante batoste, ma lei sembra non arrendersi mai e scherza persino raccontando dell’operazione all’anca.

Tanta passione per gli animali, rabbia contro questo mondo “al contrario”, dove la gente non capisce più da dove derivi ciò che mette nel piatto. Parla dei figli, dei due nipoti che appena possono corrono dalla zia per aiutarla nei lavori. “Hanno l’idea di andare avanti con questo mestiere, i gemelli. Fanno l’agrario a Pianezza.” Fin quando ci saranno persone come Polly, la montagna sarà viva e vitale: l’importante è che ci siano sempre eredi pronti ad affiancare e assorbire la conoscenza e la passione di questi veri montanari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...