Perchè non aggiorno (sempre) il blog

Lo so, una volta ero molto più presente qui on-line, mentre da qualche tempo la mia presenza è saltuaria: vi ho già spiegato le ragioni, da una parte vi sono le “fasi finali” per la realizzazione del nuovo libro, dall’altra i lavori connessi all’attività pastorale.

Oltre a tutto il resto, in questi giorni sono arrivati loro… Quest’anno la stagione delle nascite è posticipata o meglio, non si è concentrata tutta in un periodo e ci sono stati parti prima e dopo quella che dovrebbe essere “la norma”. Capre e capretti mi portano via diverse ore al giorno, anche perchè con quell’epidemia che c’è in giro (vedi qui) è meglio starci dietro in modo da poter intervenire subito ai primi sintomi.

Poi c’è il gregge e gli spostamenti. Ormai bisogna andarsene dai prati di pianura, poco per volta i contadini non vogliono più il gregge a pascolare, l’erba è da destinare alla prima fienagione che quest’anno potrebbe avvenire in anticipo, visto l’andamento stagionale. Mi fa “ridere” sapere che tizio o caio non vogliono che pascoli i loro prati o hanno paura che, passando di fianco, tu causi dei danni. Poi l’indomani sono lì che vanno avanti e indietro sull’erba alta già più di una spanna con i loro trattori, a buttar sopra letame. Ma non era meglio lasciarla pascolare prima????

Altra riflessione sullo stato dei nostri boschi, dove alberi crollano anche sulle piste e nessuno si premura di far niente. Le pecore sulle strade sporcano e danno fastidio, ma dove le auto non passano quotidianamente, nessuno fa nulla per la viabilità… Magari un giorno arriveranno anche qui con i trattori potenti e allora stravolgeranno tutto. Ma fino a quel momento, la pianta schiantata resterà lì e passeranno agevolmente solo le formiche! Pecore, escursionisti e ciclisti faranno fatica e non poca.

Qualcosa di positivo? Quest’inverno ormai quasi agli sgoccioli anche sul calendario non ci ha visti alle prese con le lamentele per l’erba. Il timore di non sapere dove andare, la paura di dover “fermare” il gregge. Fango sì, tanto, ma il pascolo non è mai mancato e già adesso, ai primi di marzo, c’è erba in abbondanza ed è primavera a tutti gli effetti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...