Tanta pioggia e poco sole

Le previsioni sono abbastanza concordi nel dire che domani avremo la neve. Quest’inverno da queste parti si è vista poco, quasi niente. Ormai siamo quasi alla metà di febbraio, il clima non è particolarmente rigido, erba ce n’è, quindi i pastori non la temono più di tanto. Anche perchè sarà per un giorno soltanto. Così sembra…

Comunque, giornate di sole nelle ultime settimane se ne sono avute ben poche. Per qualcuno la situazione è stata più difficile, perchè non tutti i prati sopportano la pioggia nello stesso modo. In pianura l’acqua sta lì, ristagna, quando va particolarmente male fuoriesce pure dai fiumi. Certe aree collinari con la pioggia sono ancora peggio, perchè la terra si trasforma in una massa vischiosa dove le pecore scivolano e sprofondano. Ma per fortuna ci sono anche colline dal terreno abbastanza sano, con prati poveri molto adatti allo scopo.

Di solito negli ultimi tempi le giornate hanno visto un grande uso di giacche impermeabili, ombrelli, sovrapantaloni e stivali. Con tanto fango da pestare per chi si trova in coda al gregge. E’ difficile pascolare in giornate del genere, bisogna trovare i prati giusti.

Eppure la pioggia continua a cadere e in montagna è tutta neve, ma solo a quote abbastanza elevate. Dev’essercene già una quantità considerevole e la cosa è positiva per integrare le riserve d’acqua e per il pascolamento estivo.

Fango, fango e ancora fango. Meglio non dover uscire da un terreno simile per poi mettersi in cammino sulla strada, in giornate simili. Per fortuna c’è questa stoppia a lato dell’asfalto e così la si percorre per raggiungere il prato dove si pascolerà alla sera e dove verrà predisposto il recinto. Un prato che non è stato sfalciato, con un materasso di erba secca che permetterà al gregge di riposare in condizioni migliori che altrove.

Per fortuna poi il tempo migliora un po’. Oggi addirittura c’è il vento, ma forse sarà quello che porterà il freddo e la neve… Comunque senza pioggia è tutto un altro lavorare. Togliere e mettere le reti senza giacche e ombrelli, caricare gli agnelli che non camminano sui mezzi al seguito, così è un po’ più semplice!

Il cielo qua e là presenta già nuvole che paiono primaverili, mentre il gregge si sposta verso altre zone di pascolo. Per attraversare il centro abitato, le ore centrali della giornata sono le migliori, quelle in cui c’è meno traffico. Meno disagi per la gente, ma i pastori faranno pranzo soltanto dopo, una volta che il gregge sarà sistemato nei nuovi prati.

Con la bella giornata, sciamano i ciclisti, in solitaria o a gruppi, e molti restano coinvolti dallo spostamento del gregge lungo la viabilità secondaria. Per fortuna nessuno si innervosisce troppo, anche se immagino che per loro non sarà piacevole tentare di schivare le tracce che il gregge ha lasciato sulla strada. Però non è possibile fare diversamente, quali sarebbero le alternative?

Il cielo torna a coprirsi, l’aria si fa più fredda. Il cammino è abbastanza lungo, ma ancora una volta il pastore deve muoversi a zig zag per correr dietro alle esigenze dei contadini, che hanno fretta di veder pascolato il loro prato, che hanno fretta di spargere il letame. Molti non hanno avuto pazienza e così giorni e giorni di pascolamento sono sfumati dietro al passaggio dei trattori con gli spandiletame.

La giornata volge al termine, ormai si nota già che le ore di luce stanno aumentando. Questo significa che i pastori poco per volta terminano il loro lavoro più tardi, la sera. Sarebbe bello che per un po’ non piovesse, che il terreno asciugasse e magari facesse pure un po’ più freddo. Invece dicono che domani arriverà la neve…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...