Lo stipendio del pastore

Molto rapidamente, alcune riflessioni scaturite da chiacchierate on-line. La rete è utile per condividere, per scambiare opinioni e conoscenze, per contattare o venir contattati in modo immediato da persone che mai, specialmente nell’isolamento che il mestiere dell’allevatore può generare, si sarebbero conosciute e/o incontrate. Però succede anche che, in modo immediato, sei “sulla piazza”, cosa che magari con questo lavoro generalmente non accadrebbe. Quando ti trovi nelle manifestazioni come fiere o feste dedicate all’allevamento e alla pastorizia, hai a che fare con persone che sanno, capiscono, condividono se non l’interesse, almeno la passione. Anche ai convegni il più delle volte succede così, a meno che appositamente si siano create le condizioni per un dibattito con oratori dalle opinioni discordanti. In rete, liberamente, ciascuno dice la sua e vieni immediatamente a sapere cosa pensa la gente del “fare il pastore”.

I temi da trattare sarebbero infiniti, ma volevo ragionare con voi nello specifico sullo “stipendio del pastore”. In questi giorni di crisi, quanti, quanti mi scrivono o chiedendo informazioni o per mettere un annuncio sull’apposita pagina. Cercano lavoro e sperano che io possa aiutarli, ma non saprei, tranne casi eccezionali in cui io venga contattata da qualche azienda, dove indirizzarli. Quindi l’unica cosa è mettere un annuncio e sperare di essere chiamati. Molte aziende consultano il sito, quindi magari… Solo che ovviamente cercano persone con esperienza e, per il momento, qui un corso da pastore non esiste ancora. Non se ne abbia a male l’amico che mi ha scritto in questi giorni, che per l’appunto è stato uno degli stimoli per scrivere. Riporto con alcuni tagli la sua lettera: “sul sito svizzero cercano alpigiani con in cambio vitto e alloggio….io cercavo un’azienda che pagasse alla tariffa corrente e corretta per un alpigiano! in italia avrei gia’ trovato ma pagano poco e niente. si parla di 1000 euro,che per il lavoro e le ore che si fanno non sono veramente niente per un totale di ore di lavoro stimate in 13/14!”

Questo è un lavoro così, se si pensa di farlo guardando le ore e facendo le proporzioni con il reddito, spesso è lo stesso titolare dell’azienda che potrebbe andare a fare altro… Sarà un caso l’esempio di un pastore locale che la scorsa estate ha affidato il proprio gregge ad un aiutante e lui invece è andato a fare la stagione per l’appunto in Svizzera? Ne abbiamo già parlato, è vero che non è giusto “farlo solo per passione”, ma gli investimenti da fare per provare a trasformare l’azienda spesso sono troppo grandi, troppo radicali da volerli affrontare adesso “con l’aria che tira”. Giusto o sbagliato che sia, non sta a me giudicare. Però se qualcuno pensa di andare a lavorare per un pastore e punta a cifre maggiori dei 1000 euro indicati nella lettera di prima, sappia solo che molti pastori non riescono ad avere un reddito mensile netto pari a quella cifra. Quindi… E si aggiunga poi che generalmente l’operaio/aiutante del pastore non ha spese extra, perchè vitto e alloggio sono condivisi con il datore di lavoro. Quindi per i mesi di lavoro quella cifra è “pulita”!

Andiamo oltre i romanticismi. Lo fai perchè hai la passione, lo fai perchè ti piace, lo fai perchè hai sempre fatto quello e non sai/puoi/vuoi andare a fare altro. Ma anche chi ha interesse nell’andare a lavorare per un pastore, deve avere la stessa passione e lo stesso spirito, perchè se pensa di trovare un lavoro dove guarda le ore di lavoro e il reddito mensile, parte con il piede sbagliato. Certo, non deve essere sfruttamento, le condizioni di vita devono essere per lo meno pari a quelle del datore di lavoro. Ma non puoi pretendere la doccia calda in alpe quando non c’è nemmeno il gabinetto… Sarebbe scorretto avere certe comodità e non darle in uso a chi ti aiuta, ma quando tempo fa qualcuno mi aveva scritto dicendo che cercava un alpeggio con energia elettrica, televisione, camera privata e non ricordo cos’altro, non avevo potuto fare a meno di sorridere.

Dite anche voi la vostra. Ditelo ragionando su tutto quello che, negli anni, avete letto in queste pagine. Parliamo di pastori, e non di allevatori che “tengono le bestie per i contributi”. Sorrido anche quando ricevo lettere e messaggi di persone che pensano di andare a vivere in montagna, prendere un po’ di capre e vivere di quello. Senza considerare che anche i pascoli apparentemente abbandonati hanno un padrone, senza avere quasi idea che d’inverno ci sia da nutrirle a fieno. Senza considerare costi, spese, obblighi burocratici… Perchè solo vedendolo dal di fuori, quello dell’allevatore è un mestiere idilliaco e senza tempo. Provate, provate per credere. In montagna, anche se il clima ultimamente è un po’ matto, fa comunque freddo e allora vi troverete ad avere a che fare con il ghiaccio, la neve, e tutti i più semplici lavori si complicheranno, anche se voi in montagna d’inverno ci siete sempre andati per fare le escursioni o le discese con gli sci. Non esiste un lavoro più semplice o più redditizio degli altri, per ciascuno c’è da esserci portati, con la differenza che facendo l’allevatore, una volta preso il via, tutti i giorni bisogna occuparsi degli animali, non si possono chiedere le ferie, la mutua o nemmeno prendersi una mattinata libera. Pensateci…

Annunci

  1. questa è la selezione naturale dei pastori e garzoni ….è solo per pochi per chi si adegua a quella vita , anzi mi correggo , per chi è nato per far quello e non lo potrà fare mai nessun altro solo perchè pensa che sia solo un’altro lavoro. personalmente credo che sia uno spreco di parole a cercar di far capire che non ci son ferie , pausa caffè ecc chi chiede questo è già fuori dal gregge ! 🙂 ciao

  2. Io ho fatto 2 mesi (solo, purtroppo) all’alpe e prendevo 350€ mensili (in nero, chiaramente) più vitto e alloggio. Orario medio: 6-20, spesso fino alle 21.30, con rare volte fino alle 2-3 di notte. Sono già prenotato per la prossima estate!

  3. Prima di chiedere uno stipendio o cosa si puo’ guadagnare bisogna vedere cosa si è capaci di fare, perchè il lavoro con gli animali nn è una cosa semplice ne si possono fare previsioni di orari ecc. ecc. Purtroppo fare l’allevatore si e’ sicuri di avere tanto lavoro,ma poche volte si sa cosa realmente si guadagna,perchè la morte di un animale,un aborto,una zoppia ecc. ecc. ti possono cambiare le carte in tavola in qualsiasi momento mandando a farsi benedire tutte le tue speranze di un possibile guadagno con la vendita di un animale oppure la speranza di allevare un soggetto magari interessante.Purtroppo io sono un allevatore per hobby a causa dei troppi guadagni !!!!!! . Preferirei nn lavorare in fabbrica ma per tirare avanti e poter investire qualcosa in azienda devo fare il doppio lavoro .

  4. Sia con l’allevamento che con l’agricoltura in generale, se si dovessero conteggiare a una retribuzione normale le ore di lavoro spese per ottenere i “prodotti” da vendere, questi dovrebbero costare molto ma molto di più. E’ questo il punto che sfugge a chi pensa di fare il “dipendente” in questo settore. Riflessione che vale anche per altri tipi di lavoro, ma questo come già detto ha in più il fatto di impegnare continuativamente.

  5. Vorrei diventare pastora e mi sto documentando un po sulle chiese ho 28 anni se ci fosse una chiesa o un lavoro contattatemi anche a pagamento per fare la pastora ok fatemi sapere

      • Ciao, mi chiamo Mattia, avrei piacere di essere ricontattato via mail per potervi chiedere alcune cose in privato. Premetto solo che non ne so nulla di pastorizia ma con molto umiltà esprimo l’interesse di voler provare a fare il pastore per un paio di mesi. Ripeto, non ne so nulla e non voglio fare figuracce quindi preferisco chiedervi. Vi ringrazio in anticipo,
        Mattia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...