Cosa pensa la gente

Torna il sole dopo l’intensa nevicata, ciuffi di erba ancora più verde sbucano dalla neve fradicia che ha lasciato a terra tanto fango, alberi schiantati anche se non avevano ancora le foglie, ma anche tanta importante acqua e tanta bella neve che, in montagna, tornerà utile nei futuri mesi d’alpe. Adesso però voglio raccontarvi un po’ di episodi che potrebbero farvi sorridere, anche per alleviare un po’ il clima  polemico che gravita sulla pastorizia in queste settimane pre-pasquali (ne riparleremo…).

Ognuno è esperto nel suo campo, però ogni tanto ti sorprendi nel vedere che la “gente” non sa nulla del tuo mestiere, anche se avviene alla luce del giorno ed è quanto di più vicino ci possa essere alla natura. Già… eccolo il punto, si è perso il legame con la dimensione naturale, ancora di più con quella rurale, agricola, anche quando si vive in campagna. Una campagna che è dormitorio, che “piace” perchè è meglio della città sotto certi punti di vista, ma una campagna sconosciuta e a volte pure fastidiosa. Oggi però non voglio parlare delle cose brutte che vedi/senti mentre fai il pascolo vagante…

Voglio raccontarvi di quella signora che ha parcheggiato l’auto alle mie spalle mentre ero intenta a sorvegliare il gregge accanto ad una stretta, ma poco frequentata, strada secondaria. “E’ pericoloso se la lascio qui?“. Mi volto e vedo i bidoni della raccolta differenziata. “Mi spiace signora, non so quale sia il giorno di raccolta…“. Ma c’è stato un fraintendimento! “No, dicevo, per gli animali… Non è che poi salgono sopra?!?“. A parte il fatto che c’ero io, a parte che erano quasi tutte pecore (e solo qualche capra, che magari quell’intenzione potrebbe avercela), mi sono davvero chiesta cosa la gente pensi del gregge, di chi lo accompagna.

La risposta l’ho avuta in parte poche ore dopo quando una mamma, dopo essere stata a guardare il gregge con marito e bimba per un po’, dopo aver fatto domande varie, mi ha chiesto: “Ma voi… fate questo tutto il giorno?“. Io personalmente no, diciamo “part-time” e a giorni alterni, perchè sono un caso a parte, ma i due pastori che conducono il gregge sì, quotidianamente per 365 giorni l’anno. C’era sottinteso tanto in quella domanda. Lo sguardo diceva anche: “Ma che noia!“, perchè a chi guarda da fuori sembra che il pastore non faccia niente. Quello però è un pastore pelandrone, perchè il vero pastore è vigile anche quando dorme! Mentre è al pascolo con un occhio guarda che gli animali non sfuggano verso un campo, un orto, una strada, con l’altro controlla gli animali che gli passano davanti, che non ce ne sia una zoppa, una che sta per partorire e magari non ci riesce… E poi toglie reti, mette reti, sposta il gregge, ordina ai cani di andare di qua, di là… Raramente, specie in certe zone dagli spazi meno ampi, riesce a riposare. A volte non ce la fa nemmeno a pranzare, a meno di aver infilato un panino ed una mela nel gilè.

Poi c’è stata un’altra signora, una nonna venuta con la nipotina a vedere il gregge. Di chiacchiera in chiacchiera, mi ha domandato se eravamo lì per conto del Comune. E’ vero che l’Amministrazione comunale ci ha chiesto di pascolare alcuni appezzamenti di proprietà pubblica, è vero che il nulla osta al pascolo vagante dev’essere dato dal Comune, ma per il resto è compito del pastore individuare i proprietari e chiedere a ciascuno di poter pascolare. “Io pensavo che fosse il Comune ad avervi chiamato e vi avesse dato una mappa di tutti i prati e gli incolti da pascolare!”. Eh… magari fosse così! Chissà quante altre cose pensa la gente, vedendo greggi al pascolo, greggi in transito…

Annunci

  1. Mah, a quello che sento in giro dalle mie parti sembra che il comune sia la cura per tutti i mali. Succede questo: ma perchè non vai in comune? sucede quell’altro: ma perchè non vai in comune. Secondo certa gente il comune dovrebbe farsi carico anche delle più banali controversie tra vicini e altre stupidaggini di questo genere (come dare una mappa ai pastori con i terreni da pascolare).Personalmente in 46 anni di esistenza non ho mai scomodato nessuno in municipio, ……. sarà orgoglio contadino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...