Problemi degli alpeggi

Poco tempo a disposizione per il blog, oggi, ma volevo segnalarvi un convegno che può interessare, oltre agli addetti ai lavori, anche chi vuole capirne di più sul mondo degli alpeggi e sulle sue problematiche.

Si terrà a Saluzzo (CN) il prossimo venerdì 25 gennaio, presso l’antico Palazzo Comunale ed il titolo recita “Difendiamo i margari”.

Tante le tematiche in programma e le personalità che prenderanno la parola. sarà presente anche l’assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto, quindi per chi ha qualcosa da dire… questa è l’occasione giusta per partecipare ed esporre le proprie idee, le proprie problematiche, nella speranza di non sentire solo promesse, ma fatti concreti!

Annunci

  1. il problema più grande degli alpeggi … e degli affitti saliti alle stelle …. sono gli enormi contributi che ricevono gli allevatori di tori e vacche che hanno affittato i pascoli senza portare in alpe nemmeno un capo. E io mi domando, ma sono proprio tutti immischiati in questa mangeria…?1? Quando salivo in alpeggio, veniva la Forestale a controllare il numero dei capi e gli auricolari di ogni animali per controllarlo con il modello 4 (che si depositava in Comune). Ora, e parlo perchè ho visto di persona, l’alpeggio è vuoto e,
    quando mi sono informata per affittarlo, mi è stato risposto che è in affitto ad una cooperativa e che l’Ufficio zonale dei Coltivatori ne è a conoscenza perchè c’è un regolare contratto depositato. Ma chi controlla? E’ proprio una grande presa in giro. Saremmo saliti anche se non c’è la strada e se le case sono un po’ rovinate, ma con l’intenzione di sistemarle nel possibile. Ma come si fa a combattere contro chi può spendere i soldi degli altri???? Noi dobbiamo spendere i nostri.
    Forse quanto ho scritto non si addice molto al tuo post, ma comunque è anche una causa di abbandono degli alpeggi : quando non sono più frequentati, comincia a scivolare una losa e nessuno la sistema, un muretto cede e nessuno lo tira su, comincia a piovere dentro e a far marcire le travi e nessuno mette una nuova losa….
    Secondo me non si può combattere contro una cosa che è marcia dalla radice all’estrema sommità… tutti sanno, nessuno controlla o parla (quelli che hanno il potere, non noi poveri cristi) e tutti mangiano (non merendine…).
    Ciao.
    Tiziana F.B.

    • già, proprio così… tutti sanno che c’è il problema, tutti sanno quali sono gli alpeggi “incriminati”, ma a quanto pare o non si riesce a fare nulla, o non lo so. questa sera se ne parlerà nel convegno a Saluzzo, saranno sempre e solo parole o…???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...