Amici che lavorano

Dopo la comunicazione di servizio, anche il secondo post di  oggi è dedicato agli amici del blog che, oltre a mandarmi tante foto di greggi, mandrie, alpeggi, ecc… fanno lavori o hanno hobbies in qualche modo legati alla pastorizia o al mondo dell’allevamento in generale.

Iniziamo da  un  “progetto” un po’ particolare, che ci propone Gianpaolo. Il “Progetto Falabrak” (i Piemontesi capiscono immediatamente questo termine… per tutti gli altri, è una di quelle parole dialettali non completamente traducibili che indica una persona stupida/scansafatiche… e molte altre cose insieme!).

Qui la “filosofia”  del progetto, “…che vuole richiamare la tradizione piemontese, con la diffusione di maglietta con le scritte piu disparate, rigorosamente nella nostra lingua!!” C’è anche un sito ed un gruppo Facebook. Buon proseguimento a questi amici, all’insegna  di un po’  di sano divertimento e spensieratezza, di cui abbiamo bisogno in questi tempi!

Invece da Roma ci scrive Alfonso, parlandoci della sua passione per i collari in legno. A  lui la parola! “Mi presento: sono Alfonso CECERE (Gianni RUSSO per gli annunci su internet), ho 39 anni – lavoro a Roma ma sono originario della Provincia di Avellino e per hobby faccio dei collari in legno per bovini / ovini / caprini.

Ho imparato a fare i collari da un vecchietto (quando avevo 13/14 anni) e dall’età di 16 anni non ho avuto più nessun bisogno di avere qualcuno a fianco (anche se non si finisce mai di apprendere), ed in questi anni ho fatto tantissimi collari per hobby vendendoli ai mandriani (ho anche barattato 30 collari con una mucca gravida al 6° mese), a dei pastori, ad una grossa ferramenta, ad un venditore che gira per le fiere con un camion ed ad alcune persone che me li chiedevano.
Poi cinque anni fa hanno creato un’Associazione che cerca di non far dimenticare il passato (far rivivere i giochi dei nostri nonni, le arti e le professioni del passato, gli utensili del passato, etc) con una mostra nella Settimana di Ferragosto ed alla mostra dell’anno 2010 mi hanno chiesto di partecipare con uno Stand. Visto che abbiamo in comune le stesse finalità (io non voglio far dimenticare una parte del nostro passato – i collari in legno), ho partecipato a questa mostra, ho venduto qualche collare ed ho trovato 6 allievi che volevano imparare a fare i collari, quindi a Marzo 2011 ho trovato un locale (un garage con un bagno + giardino + un frigo vecchio per le bevande) e 2 vecchietti (che si alternano con me – facciamo un sabato pomeriggio a testa in bottega ed il quarto riposiamo) e da Aprile siamo partiti con questa bottega (con 8 allievi ma ad oggi sono rimasti solo 6 allievi).

Agli inizi di Settembre chiudiamo con questi allievi (durante i 18 mesi di corso non hanno pagato un Euro per le nostre lezioni – tranne qualche gelato o birra portati in bottega di loro iniziativa) e quindi successivamente dobbiamo vagliare se aprire un’altra sessione (della stessa durata – già abbiamo alcune richieste da parte di potenziali allievi) o chiudere del tutto visti:

1. i miei impegni di lavoro – sono a Roma e la bottega è in provincia di Avellino;
2. le condizioni di salute di uno dei due vecchietti (che sono con me);
3. le spese di manutenzione di questo mio Hobby (circa 300/350 Euro al mese).
Per ammortizzare i costi (affitto locale + bevande per il frigo + benzina per la jeep – presa in prestito quasi tutti i sabato da un amico – per trovare in montagna i pezzi di legno da lavorare) ad Aprile 2011 abbiamo messo degli annunci su vari siti internet per vendere qualche collare (fatti da Noi professori) e ne abbiamo venduto una sessantina per ovini / caprini ed una quarantina per bovini.

Chissà che, tra i lettori, ci sia qualcuno interessato a contattare Alfonso? Lui ci dice di conoscere già Giovanni Mocchi e di aver avuto contatti con il nostro amico  esperto di campane e campanacci…

Ecco i recapiti di Alfonso, se siete interessati ai suoi lavori o anche ai corsi.   Telefono  329/1479439 – oppure via e-mail collari.legno@libero.it

Annunci

  1. Ottimi veramente i collari di Alfonso! Ne ho acquistata una serie con un amico (forse un centinaio). I migliori sono quelli indicati nelle fotografie. Legno robustissimo e incastro perfetto al decimillimetro, con apertura e chiusura da sudare! (garanzia di tenuta)
    Giovanni Mocchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...