È tempo di…

Sapete perchè le principali fiere tradizionali nelle valli e nei paesi della pianura adiacente si tengono in primavera ed in autunno? Ha a che fare con le stagioni, ovviamente: fare le scorte prima dell’inverno, poi prepararsi ai lavori di campagna primaverili ed estivi. Ma anche perchè era il momento in cui avvenivano le transumanze! E allora in primavera si facevano le scorte per salire in alpe ed in autunno si vendevano i prodotti.

Il prossimo fine settimana, 12-13 maggio, l’appuntamento è a Bobbio Pellice (TO) con la Fira ‘d la Pouià, la fiera della salita all’alpeggio, e Sagra del Saras del Fen. Cercherò di non mancare, soprattutto per vedere l’arrivo degli animali e salutare un po’ di amici.

Invece il 20 maggio 2012, per il secondo anno consecutivo, a Roaschia (CN) si tiene in versione primaverile la Mostra Interprovinciale degli ovini di Razza Frabosana-Roaschina. Qui il programma dell’evento. Non so se potrò essere presente, in quanto la data facilmente andrà a coincidere con la nostra transumanza.

Sempre nello stesso fine settimana (19-20 maggio), a Saluzzo (CN) ci sarà la Festa dei Margari con la tradizionale Rudunà. Non ho ancora trovato un calendario aggiornato dell’evento, quindi vi comunicherò successivamente i dettagli di questo evento.

Fiere già avvenute, questa ce la racconta l’amico Carlo ed è quella di Sandigliamo (BI), tenutasi oltre un mese fa. “Il primo di aprile si è svolta a Sandigliano nel Biellese la fiera agricola zootecnica denominata “Fera dla Caplina“.


Oltre all’esposizione dei capi di bestiame, c’era anche un’esposizione di macchine agricole d’epoca e naturalmente banchetti con prodotti tipici (Tome, salumi, ecc) e con attrezzature per i lavori dei margari e dei pastori.
Tra gli animali la parte del leone l’hanno fatta i bovini di razza Pezzata Rossa di Oropa.

C’erano anche due piccoli greggi: uno di capre e uno di pecore.


Una cosa che mi ha favorevolmente impressionato (come lo potrai notare dalle foto) è stata la presenza di una bella gioventù. Questo dovrebbe far pensare che in questo settore c’è ancora la passione e la voglia di poter continuare nella speranza che la burocrazia e soprattutto i costi elevati non pongano dei limiti insuperabili.


La manifestazione si è conclusa con la sfilata delle mandrie al ritorno alle proprie stalle con il suono festante dei loro campanacci, sapientemente guidate da ragazzi e ragazze.


Bellissima la bambina che segue la mandria delle vacche e il bambino che guida fiero il suo piccolo gregge di capre.

Grazie a Carlo. Ovviamente chiunque di voi voglia documentare una fiera a cui parteciperà, un evento “in tema” con questo blog, le foto fanno sempre piacere.

Annunci

Una risposta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...