…e sono cinque!

Cinque anni. Sono tanti per un blog? Forse sì, forse no. Nel mondo virtuale ci sono cose che nascono e muoiono velocemente, diventano “obsolete”. Ci sono fior fiore di articoli sul fenomeno dei blog e di tutto quello che si può trovare on-line. c’è chi preferisce altre forme di comunicazione, brevi messaggi mandati in rete anche grazie a telefonini sempre più evoluti, visibili a tutti o solo agli “amici”… Io non so se i 1.200-1.500 visitatori quotidiani di questo blog sono tutti amici, c’è chi apprezza e c’è anche chi legge per poi controbattere, criticare. C’è chi lo fa apertamente, e allora possono nascere anche utili discussioni, e chi invece sparla altrove, senza darmi la possibilità di replicare.

Da quando è nato il blog sono cambiate tante, tantissime cose. Il prossimo anno saranno 10 anni che so cos’è il pascolo vagante… Però in effetti sono solo gli ultimi  mesi che hanno visto il mio passaggio alla pastorizia a tempo pieno. E’ stata una prova in tanti sensi ed adesso mi trovo a riflettere su quale strada seguire. Non abbandonerò la scrittura, il blog, i libri, ma molte altre cose poco per volta sì, perchè anche se gli ultimi mesi sono stati faticosi, quando uno crede in qualcosa, perchè deve mettere da parte sentimenti e passioni per occuparsi d’altro? In questi mesi è nata la capretta della mia prima capra… (Ma la mia prima pecora non accenna a voler partorire!). In questi mesi ho vissuto tutte le fasi della pastorizia nomade, dal cercare l’erba a condurvi le pecore a pascolare. Ho incontrato soddisfazioni, momenti di gioia, persone gentili, persone ignoranti, persone grette, persone dal gran cuore, persone semplici ma oneste, persone che si credono superiori… Persone che sanno tutto e persone curiose. Amici veri e amici di facciata.

Cinque anni di blog, cinque anni di pascolo vagante, e non solo. Ho intervistato e sono stata intervistata. Ho fotografato e sono stata fotografata, filmata con i telefonini da macchine ferme in sosta al passaggio del gregge. Ricevo sempre più materiale da voi amici di questo blog: foto, storie, video, piccole segnalazioni. Come spero non si fermerà mai, nonostante tutto, il cammino delle greggi, spero non si debba fermare nemmeno questo blog. Ha traslocato, negli ultimi mesi, ma questa nuova “casa” sembra non dispiacere agli affezionati lettori.

Albe e tramonti si susseguono. Sogni e progetti per il futuro ce ne sono tanti, chissà quali si potranno concretizzare? Come nel mondo della pastorizia è impossibile al mattino prevedere quel che si farà la sera (si può solo teorizzare), anche qui non so darvi punti fermi. In questo nuovo anno di blog che sta iniziando uscirà (salvo imprevisti) il nuovo libro sui giovani. Il titolo (già svelato su facebook) sarà “Di questo lavoro mi piace tutto”. E’ un libro sui giovani, sul presente e futuro dell’allevamento. Un conto è parlare di allevamento, un conto è praticarlo e viverlo. Questo blog va avanti anche grazie a tutti i giovani che lo seguono assiduamente, magari senza commentare, ma discutendone magari dopo tra di loro, commentando la foto di una pecora, di un cane, di un campanaccio. Chi l’avrebbe mai detto, cinque anni fa…

Annunci

  1. tantissimi auguri di buon compleanno… è da quando x caso ho cercato pascolo su google che ho iniziato a leggere… speriamo che non mollerai mai

  2. Certo che sopravviverà, sia il Blog, sia i Pastori. D’altro canto la pastorizia è sopravvissuta a tutti i disastri del passato e sopravviverà anche anche oggi. Tutti i giorni le stesse cose, ed intanto sono passati i millenni. Come mi disse il veterinario che venne a fare i fogli dell’incenerimento al mio agnellone morto: “la mare d’le feje a l’e mai morta” Buon compleanno al Blog e buona erba a tutti Voi. Un saluto, Bruno

  3. e vero deve sopravvivere il blog seno come facciamo a vedere delle gregii cosi inponenti e persone che le tengono al meglio poi oggi qui a busca a piovuto e quindi tra un po di giorni riallarghero il mio piccolo gregge nella bella erba verde ciao buona pastura per chi lo e gia da un po

  4. mi sono dimenticato di farti gli auguri x l inpegno che metti a aggiornare il blog e le immagini e anche per la bellissima capretta ciao marzia auguroni continua cosi ormai ai l esperienza e ai anche preso bene l andi

  5. Congratulazioni e auguri…non solo per il blog ma anche per la nascita della capretta!….ricordo ancora quando e’ capitato a me: che emozione! E coincidenza Perla e’ nata 5 anni fa….22/02/2007. E quest’anno e’ bis-mamma come l’anno scorso!

  6. auguri anche da parte mia,è da poco che l’ho scoperto ,è bello
    sapere che nn siamo soli,uno strumento in più per far capire ai
    media la nostra passione,a noi pastori la solidarietà,
    buon lavoro a tutti .

  7. La prima volta che sono “inciampato” su questo blog me ne sono subito innamorato: ti seguo da un anno e quasi tutti i giorni dedico un pò di tempo alla tua lettura.
    Da Agricoltore…e da piccolo Allevatore sento di dire che quanto fai è di sprono, aiuto ed interesse per moltissime persone…
    …senza contare quanti ti leggono solo per il piacere di farlo, magari dalle loro abitazioni di città ben distanti da quanto tu ogni volta ci fai vedere.
    Io ho la fortuna di vivere in campagna e di campagna, ed il mio pascolo vagante è di poche centinaia di metri (tra un campo e l’altro), ma trascorro spesso una bella fetta della giornata con i miei animali, e leggerti spesso mi fa ritrovare..ancora.
    Quindi grazie a te per quello che fai e per come ce lo racconti.
    Buon pascolo.
    A.A.

  8. E tanti auguri anche da me..
    Ti conoscevo per sentito dire..”c’è una che scrive delle pecore”..poi ho preso il pc e la prima cosa che ho cercato è stato il tuo blog,mi sono intrufolata in queste pagine e l’ho letto tutto,quasi tutti i giorni dò un occhiata e commento quà e là.A volte con troppa carica,ma quando colpiscono te,colpiscono anche un pò me e il mio mondo,il mondo di tanti di noi del “mestiere”.
    Cinque anni son tanti,spero ci terrai compagnia per tanto tempo ancora,senza sacrificare mai la tua passione e le tue emozioni..

  9. leggo spesso e con piacere le notizie su questo blog. Le foto sono stupende e riescono a farmi “vagare” insieme agli animali che cercano i pascoli sulle belle montagne. Complimenti davvero e anche io spero di poter continuare a leggere quanto è nella tua passione quotidiana. Le polemiche di qualcuno lasciale alle spalle…guarda avanti e porta a termine le cose in cui credi.Buona Pasqua.

  10. Ciao Marzia,
    tanti auguri a te ed al tuo blog, oltre che alla piccola nata…Mi sembri felice, nonostante le difficoltà attuali, e questo è il più grande risultato che alla fin dei conti potessi ottenere per te stessa (perchè alla fine bisogna pensare anche un pò a sè stessi).
    Grazie per aver concepito un blog di questo tipo, che ha permesso anche a me, cittadina amante della montagna e della sua cultura in tutte le sue forme (anche la pastorizia fa parte di questo patrimonio, e come tale non dovrà/potrà finire mai) di scoprire aspetti e realtà inimmaginabili, sia nel loro aspetto più arcadico (se così vogliamo definirlo) che pratico (e nel pratico intendo anche tutte le difficoltà del caso che affrontano i pastori).
    Grazie, perchè per tuo merito, vedo molte cose ed apprezzo molto di più anche i prodotti che il lavoro dei pastori produce, in tutte le sue forme.
    E grazie, infine, perchè con i tuoi racconti di vita vera tesi a chi ha voglia di ascoltare – e qui entriamo nell’empirico cerchio del “chi ha orecchie e volontà per intendere, intenda” – hai restituito o fatto scoprire la dignità di tutto un mondo che molto spesso, come sovente hai ricordato, è male interpretato e vissuto dal di fuori.
    Mi auguro di incontrarti presto…
    Un abbraccio

    Rosanna Barbero

    • sì rosanna, spero che presto potremo incontrarci. sono contenta che grazie al blog ho potuto incontrare tante persone con cui condividere chiacchierate e bei momenti. a presto, ciao
      ps: combiniamola, questa passeggiata!

  11. bene ora ho il titolo del tuo nuovo libro, posso dedicarmi alla costruzione della tua prossima cioca. auguri per il blog. il 13 di maggio c’è la fiera a bobbio se passi di la vieni a trovarci.(se ho capito bene quest’anno ci spostano un pò più vicino agli animali, vicino al mulino….finalmente)
    saluti da silvio e tiziana

  12. questo Blog mi piace, entro sempre volentieri per leggere di cose che non so, per scoprire un mondo così semplice e allo stesso tempo così complesso. Per conoscere persone belle e autentiche, per meravigliarmi ai racconti di giovani pastori appassionati. A volte sono molto stanca ed entro nel Blog anche solo per godermi la vista di un prato o di una capretta e portarmeli con me, nel sonno. Qua si respira aria buona. Grazie per tutto questo e auguri al Blog e a te.
    Gabriella (quella che cammina con l’asino)

  13. Ciao Marzia,
    le tue righe si leggono sempre volentieri.

    Per restare “incollati” alla rete occorre averne le motivazioni, è per questo che me ne sono congedata, temporaneamente.
    Io sono perennemente a metà tra due correnti di pensiero che si combattono sul filo di spada e il mio stile di vita ne è chiaramente la testimonianza. Per ora, rimango fuori scena e rimango ad osservare. Sempre disponibile, possibilmente a quatt’rocchi, o più.
    Le amicizie non possono essere calpestate dal lavoro; però il lavoro serve per vivere; ma con la coerenza si fa tutto.
    Mi piace molto questa frase:
    “La sopravvivenza è frutto della collaborazione, non della competizione” DalaiLama

    Spero presto di poter salire a salutare gli Amici, Giovanni e Bruna.
    A presto e Buona Pasqua a tutti!
    BarbaraStefanelli

    • ciao BB, non so quindi se leggerai questa risposta… di questi tempi si fatica a mettere insieme tutto, lavoro-passioni-reddito-amicizie. anche tu parli di collaborazione e competizione, citando il dalai lama. però troppi di noi sono tesi a lottare per obiettivi non giusti e non hanno voglia/tempo di fermarsi a riflettere su quanto sia sbagliato

      • Certo che leggo e volentieri.
        Qui, sul filo di lama su cui mi trovo ti posso solo dire che è “solo” una questione di punti di vista ovvero, detta in parole povere, di interessi.
        Il giusto sta nell’equilibrio. L’equilibrio sta a metà. Il grosso problema è accordare culture così diverse, pur essendo tutte accomunate da una unica bandiera, quella italiana.
        Comunque la sopravvivenza è frutto della collaborazione.
        … E, secondo me, tra una manciata di anni ciò sarà palesato.
        Avremo tutti molte meno “balle”.
        E il “giusto” sarà ciò che è coerente.
        BB

  14. Cara marzia, non so se mi metti fra le “persone gentili, persone ignoranti, persone grette, persone dal gran cuore”, sicuramente puoi mettermi a cuor leggero fra le persone ritardatarie! 😉
    Spero che questo abbraccio virtuale valga anche a 10 giorni di distanza dal compleanno del blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...