Qualcuno deve fare questi lavori mantenendo queste tradizioni ed essendo felici

Un’altra storia di un giovane la cui passione è così grande da fargli scrivere con la maiuscola il nome dei suoi animali, le capre, mentre il suo invece l’aveva scritto minuscolo…

Sono Felice Griseri, nato il 2 12 94. Abito a Villanova Mondovì, un paese di 6 mila abitanti, vicino alle montagne e ai boschi. Abito con la mia famiglia, ho due sorelle più grandi, poi ci siamo io e mio padre, mia madre l’ho persa per colpa di un brutto tumore al seno. Io ho 79 Capre, 3 mucche, 2 cani, 2 gatti, un po’ di galline e 5 conigli. La mia passione nasce quando da piccolo ho cominciato ad andare con mio padre, da lì ho cominciato a capire cosa voleva dire stare in campagna mi piacevano tanto le Capre perché erano simpatiche e mi piaceva giocare con loro e poi mi piacevano tanto i capretti perché sono come i bambini piccoli. E’ stato mio padre a cominciare, lui era nato già in una famiglia dove avevano già Capre e altri animali, però mio padre quando diventò grande andò a lavorare in fabbrica e ha lavorato per un paio di anni. Quando si sposò la passione per le Capre gli rivenne, smise di andare in fabbrica e cominciò a costruire la stalla. Poi mia madre si ammalò e se ne andò dopo 9 mesi di sofferenze. Allora da lì io cominciai sempre di più a frequentare mio padre. Mentre crescevo, mio padre mi stava insegnando tutti gli insegnamenti su come lavorare la terra, come tenere le Capre, come a fare a commerciare e pian piano la nostra azienda cresceva con qualche difficoltà di soldi (ma abbiamo pagato tutto con sacrifici e sudori e adesso siamo ben contenti). La nostra azienda produce capretti da carne per il mese di Pasqua, poi il latte ne facciamo qualche forma di formaggio per nostro uso, amici, cugini, ecc… La mia azienda è tradizionale ed il mio maestro che mi ha fatto imparare a fare formaggi è stato mio padre.

Io vado in montagna per altri, guardo le bestie del padrone della montagna, nel mentre guardo anche le mie Capre. A me piace la montagna perché è bella, tutta da esplorare e poi si sta bene, l’aria è buona, l’acqua è buona e si sta bene con gli animali.

La mia giornata inizia alle 6:30, si comincia ad far allattare i capretti sotto le madri per più o meno due ore, poi do il fieno alle capre, tolgo il letame, dopo di che preparo il latte ai capretti e glielo do. Do da bere alle capre e alle mucche, finisco tutto a mezzogiorno e un po’. Al pomeriggio inizio alle 14:30 dando fieno alle capre e mucche. Mentre mangiano, faccio qualche lavoro, poi alle 16:00 gli do da bere, alle 17:00 comincio a far puppare i capretti sotto le mamme, alle 18:30 preparo il latte e glielo do. Però mi aiuta ancora mio papà e questo succede adesso, in primavera le giornate cambiano. Come altri lavori faccio il fieno, porto il letame, tolgo la neve.

Ho studiato a Cuneo al’Enaip, una scuola professionale, dove ho scelto il termoidraulico, ma quella non era la mia strada e infatti quando ho compiuto 16 anni ho smesso e ho cominciato a darmi da fare a casa. Io ho abbandonato perchè la scuola serve solo per quelli che devono studiare, perchè se tutti studiano non c’è posto per tutti, qualcuno deve fare questi lavori mantenendo queste tradizioni ed essendo felici.

Quello che mi piace di questo mestiere è tutto, mi piace vedere gli animali che stanno bene, vederli mangiare. La mia soddisfazione è quella di vedere crescere in salute le caprette che allevo e vedere la mia azienda crescere. Non c’è niente che mi pesa perché mi piace tanto lavorare, perché impari cose nuove e progetti per il futuro. Un sogno che ho, mi piacerebbe andare in un’azienda a fare il conterzista, infatti ho anche una grande grande passione per i trattori. Adesso qui dalle nostre parti è dura, perché le bestie valgono poco e si hanno tante spese, si tribola a tirar avanti, poi ci sono tante normative e troppa burocrazia. Infatti c’è tanta gente anziana che lascia perdere tutto perché non ce la fa.

I miei amici mi vedono male perché io ho poco tempo libero e un lavoro brutto, sporco, ma queste per me sono balle! Il mio tempo lo passo sempre con loro le mie amate Capre meticce piemontesi.Voglio dire una cosa agli allevatori giovani: dobbiamo essere tutti uniti insieme e farci forza insieme, perché senza di noi non si mangia!

Io volevo ancora dire grazie ai nostri padri, un grazie molte perché sono loro che ci hanno insegnato tante cose e la dignità della vita. Fare l’allevatore è la cosa più bella che c’è perché gli animali sono più intelligenti delle persone: loro non hanno la voce, ma quando gli fai capire che gli vuoi bene, loro lo ricambiano facendotelo capire.

Per finire quest’immagine del luogo dove Felice sale in alpeggio. Su facebook scrive che la caserma che si vede nella foto è la sua casa d’estate. Siamo in alta Val Maira, un posto davvero bellissimo. Auguro a Felice di poter realizzare i suoi sogni continuando a coltivare la sua passione.

Annunci

  1. Brava, fai bene a far parlare i giovani !

    E’ stupendo il rapporto di Felice con i suoi luoghi. Dovresti mettere in risalto più spesso questo rapporto che si instaura tra i giovani e i loro luoghi in cui vivono e lavorano.

    E’ molto bello.

    B.

  2. ciao felice io sono andato anche io a scuola a cuneo pero io o fatto l ipsia non so se la conosci cmq belle capre idem per la mucca ma per sapere in valle maira di preciso dove perche conosco gente che a greggi da queste nostre parti perche sono di castelletto di busca e magari conosci o ai sentito parlare di gente che e da quelle parti e anche io o un piccolo gregge di pecore e per ora le mando in guardia anche in valle maira chissa che magari un giorno non ci troviamo a parlare io se mi spieghi la strada magari sono poi capace di venire a trovarti

    • visto che l’allevamento si fa per quello, l’importante è fare in modo che la morte sia il più rapida ed indolore possibile. poi se non ti va, mangia altro, ma la legge italiana fa sì che ci siano normative ben precise sulla macellazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...