Dal Piemonte e dalla Francia

Si moltiplicano gli “inviati” di questo blog. Il primo reporter è Carlo, che già qualche giorno fa ci aveva mandato immagini di greggi nella neve nella pianura della provincia di Novara.

Un altro gregge è passato nel suo paese e questa volta Carlo ha documentato pascolo, spostamenti, il lavoro dei cani. Qui vediamo i pastori, e mi sembra proprio di riconoscere Ernestino.

Ti mando altre foto di un altro gregge di passaggio da Cameri (NO). Questo gregge proveniente dalle nostre valli del VCO comprende anche asini, cavalli e capre (oltre ovviamente alle pecore).

L’ho seguito un po’ ieri e oggi nei suoi spostamenti ed ho apprezzato in modo particolare il lavoro del cane che di nome fa Orso.


Prontissimo agli ordini del pastore, in un batter d’occhio radunava le pecore e le allineava per potre fare uno spostamento in modo veloce e ordinato.


C’erano al seguito altri due cani di cui uno mi sembrava un po’ irruento verso le pecore tanto da provocare ire e improperi da parte non solo del pastore ma anche di un asino, vedi foto (mia moglie Vittoria nello scattare la foto ha avuto fortuna, ma lei non lo ammetterà mai!!).

Molto belle le foto di Carlo e Vittoria, a testimoniare le giornate di pascolo vagante nella neve per quei pastori che o non hanno fermato le pecore, o sono riusciti a ripartire prima di altri. Anche se questa vita la vivo, un’immagine così riesce sempre ad emozionarmi.

E’ ancora inverno. Presto però tutti ricominceremo a scattare immagini senza la neve ed all’improvviso sarà tutto verde. I pastori smetteranno di lamentarsi per la carenza di pascoli ed inizieranno a dire che non riusciranno a finire tutta l’erba prima di salire in montagna. Categoria difficile da accontentare…

Cambiamo panorama, stagione e tipo di pecore. Ci tengo particolarmente a mostrarvi queste foto, perchè forse per la prima volta è un pastore ad inviarmele. Non un appassionato, un hobbista, ma un pastore il cui gregge conta all’incirca 500 capi.

Lui è Benoit Gaffet, dalla Francia, che qualche tempo fa aveva lasciato un messaggio qui sul blog. “bonjour je suis français je regarde votre blog depuis plusieurs année (uniquement les images,au début j’imaginé le texte). je suis berger dans le sud de la france avec 500 brebis mérinos d’arles et quelques chévre du roves en nomade une partie de l’année. j’espére vous envoyé des photos prochainement (je ne suis pas fort pour l’informatique).

Nonostante io (ahimè) non parli Francese e lui non parli Italiano, ci si capisce sulla lunghezza d’onda della pastorizia. E così ecco alcune delle immagini del suo gregge nelle varie stagioni dell’anno, con le pecore Merinos d’Arles e le capre Rove.

Il gregge al pascolo. Mi piacerebbe sapere sa Benoit se sale in alpeggio e su quale montagna. Magari d’estate è appena dietro al confine, chissà? E adesso dove sarà Benoit? Nella pianura della Crau? Quando riuscirò io ad andare da quelle parti, dove i miei bisnonni emigrarono in cerca di fortuna all’incirca 100 anni fa? Non per fare i pastori, ma fu comunque il Sud della Francia ad accoglierli.

Ecco ancora un’immagine da parte del nostro amico francese. Spero ci siano anche altri pastori da altre parti dell’Europa e non solo a seguire il blog. Qualcuno l’ho già incontrato su Facebook. Non avrei mai pensato, nel 2007, che queste pagine sarebbero diventate un punto d’incontro per la pastorizia da varie parti non solo d’Italia, ma anche più in là… Senza confini, proprio come il cammino dei pastori.

Annunci

  1. Riguardo alle capre ho appena letto un curioso articolo sul Corriere:
    “http://www.corriere.it/animali/12_febbraio_20/dipasqua-dialetto-capre_243eb58c-5bb8-11e1-9554-12046180c4ab.shtml”.

  2. Benoit potrebbe essere nella piana della Crau con il suo gregge, perchè per S. Valentino, il 14 febbraio, le pecore non possono più pascolare nei prati della bassa Provenza, in quanto l’erba deve crescere per la fienagione che si effettua ai primi di maggio. Sicuramente in estate andrà in alpeggio perchè laggiù fa troppo caldo e gli animali soffrirebbero troppo la calura. Sarebbe interessante sapere dove questo amico pastore alpeggia…..forse vicino a noi, appena dietro le nostre montagne. Magari leggendo il nostro interessamento ci fa sapere, di lui, qualcosa in più. Intanto lo saluto: Bonjour et a bientot …Gloria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...