A volte non è facile

Flavio (1989) è un pastore, figlio di pastore, pecore e vacche in casa non sono mai mancate. “Ho scelto di star dietro alle pecore, ma poi aiuto dove c’è bisogno, anche se comunque mi piace di più con le pecore.

Nonostante sia ormai da anni che mi muovo tra pecore, greggi ed alpeggi, era la prima volta che incontravo questo gregge. “Saliamo in montagna ad Usseglio, in Valle di Lanzo, lassù è bello, siamo nel Vallone di Arnas. Io preferisco la montagna, ma adesso che è arrivato il lupo cambierà tutto. Prima si stava bene… Ho avuto degli attacchi quest’autunno, sicuramente cinque morte ed un paio di disperse. Se n’è parlato perchè un escursionista ha sentito i lupi e la pecora che gridava, nella nebbia, così ci sono stati articoli sui giornali.

Al fianco di Flavio c’è Laura (1989), la sorella di Roberto, che spiega la sua vita accanto ad un pastore vagante. “Tempo libero ce n’è poco e, quando potresti magari andare via, alla fine preferisci stare tranquillo. A volte non è facile, ci sono delle giornate… ma certi giorni è più tranquillo. Io lavoro al Bennet e devo riuscire a far conciliare tutto. A me piace, a volte faccio solo mezza giornata e poi vado da lui. Quest’estate è stata dura, quando ho avuto ferie sono stata su una settimana, così almeno non dovevo più toccare la macchina, altrimenti sempre avanti ed indietro.

Pascolo vagante vuol dire cercare continuamente luoghi dove condurre il proprio gregge. “Ci sono diversi pastori in zona, a volte ci sono contrasti, c’è da discutere. A prendere gli accordi con i proprietari dei terreni va mio papà oppure anche io.” Flavio però non ha sempre fatto questo lavoro: appena finita la scuola dell’obbligo ha provato a seguire altre strade. “Sono andato a lavorare come muratore, ma alla fine sono tornato. Non mi piaceva, preferisco così.

Nonostante la passione per questa vita, per gli animali, ci sono comunque dei momenti spiacevoli. “Certi Comuni non ti lasciano passare, ci sono dei contrasti con i vigili. Quando ti vedono arrivare con le pecore, sembra che sei sempre un delinquente. Con le pecore non sai mai, non puoi seguire date e permessi, certi Comuni vorrebbero addirittura sapere le particelle catastali che pascoli!“.

Mentre un’asina è scelta come balia da un agnello già abbastanza alto per arrivare alla mammella ed integrare con il suo latte la dieta, Flavio mi parla dei momenti più belli, quelli in alpeggio, dove finalmente non hai da scontrarti con nessuno e puoi “riposarti” dalle fatiche degli altri mesi. “Non cambierei, non tornerei a fare altro, che se in questo lavoro ci sono tanti momenti difficili, duri. Se viene a nevicare diamo fieno, troviamo un posto con il terreno sano e le fermiamo lì.

Le giornate di fine autunno durano poco, si avvicina l’inverno. “Tempo libero non ce n’è mai, se posso vado mezza giornata alle fiere, altrimenti esco la sera.” Amici ce ne sono, sia del mestiere, sia altri. Flavio afferma che una delle cose belle di questo lavoro è proprio l’essere sempre in giro ed avere a che fare con la gente. Il pastore del XXI secolo non è un tipo solitario…

  1. Brava Marzia, un’altra bella intervista per il libro, anzi due…all’ultimo Pastore della Val di Lanzo Flavio F.T. 😉 e a la murusa, figlia d’arte 🙂 .
    Flavio aha toccato un tasto dolente oltre al lupo, al divieto sul pascolo vagante, che purtroppo limita molto ed è sempre più presente anche da noi in Val susa 😦

    • qui è una sintesi dell’intervista… sul libro ci sarà poi più materiale!
      purtroppo i divieti di pascolo sono per metà frutto di intolleranza e mancanza di voglia di affrontare certe questioni, però dall’altra sono anche colpa di certi (pastori, pseudo-pastori, ecc…) che si comportano in modo scorretto nei confronti dei “colleghi” e dei proprietari dei fondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...