Sempre avuto l’idea di fare questo

La loro mamma ci teneva tanto, che andassi ad intervistarli, orgogliosa come tutte le mamme di avere dei figli che continuano con passione l’attività di famiglia. Loro due apparentemente non condividevano lo stesso entusiasmo materno, ma alla fine si sono prestati ad una chiacchierata con me, avvenuta al mattino in cascina, quando la sorella era a scuola e loro stavano facendo colazione dopo aver svolto la prima parte di lavori in stalla.

Valerio (1994) e Ivano (1996) sono nati in una famiglia di margari, dove da generazioni si allevano vacche, capre, pecore e si trascorre l’estate in alpeggio. “E’ da 48 anni che la nostra famiglia va in Val Troncea a Laval.” I due fratelli hanno lasciato la scuola “…appena è stato possibile. Abbiamo sempre avuto l’idea di fare questo lavoro, da quando potevamo farlo, abbiamo sempre aiutato in casa.

E in casa il lavoro non manca. Ivano è il pastore, lui lavora soprattutto con le pecore, mentre Valerio segue le mucche. In questa famiglia si sono sempre fatti i formaggi, attività svolta prevalentemente dal papà, mentre della vendita si occupa mamma Michelina. Non parlano molto, i due fratelli, è soprattutto Valerio a rispondere, mentre Ivano completa le sue risposte, che generalmente non dissentono da quanto affermato dal primogenito. “Non c’è mai stato un momento in cui ho pensato di fare altro, di questo lavoro mi piace tutto.” Però la gestione economica e burocratica dell’azienda è ancora totalmente in mano ai genitori. “Non si rendono ancora conto delle cose economiche, della crisi, loro…“, commenta infatti la madre.

Le vacche sono in stalla, la cascina è di proprietà, affittano un’altra stalla per le manze in un comune vicino, mentre le pecore sono al pascolo in un recinto accanto a delle cascine. Ivano deve andare a spostare le reti, così la mamma lo accompagna fin là in macchina. “Giovani che fanno questo ce ne sono ancora abbastanza, qui. I nostri amici sono tutti gente che ha le bestie, ci troviamo alle fiere, alle cene dei margari. Le nostre bestie le portiamo solo a Miss Mucca perchè si può andare senza prendere camion. Abbiamo iniziato noi, perchè i nostri genitori prima non l’avevano mai fatto. A volte abbiamo delle discussioni con loro per le decisioni da prendere, ma per adesso comandano ancora loro.

Mi raccontano di essersi tosati loro tutte le pecore. “Quando siamo nati noi, nostro padre aveva venduto praticamente tutte le pecore, adesso abbiamo ricominciato a tenerle, poco per volta siamo arrivati di nuovo a quasi 300. Generalmente non compriamo bestie fuori, alleviamo le nostre. Ivano ha comprato delle capre…“. Come succede spesso tra gli allevatori, ci si aiuta a vicenda in occasione delle transumanze. Secondo Ivano il tempo libero esiste anche in questo mestiere: “Ce n’è, si trova!“, mentre Valerio afferma che ne resta ben poco.

Non hanno mai avuto modo di viaggiare e vedere altre realtà. “Solo le gite con la scuola, ma non le avessimo fatte sarebbe stato meglio“, aggiunge Ivano. Chiedo loro se nutrono qualche aspettativa per il futuro, ma serenamente affermano: “Non abbiamo sogni particolari, speriamo di poter continuare avanti così, perchè la soddisfazione è quando tutto va bene. Adesso che arriveremo ai 18 anni proveremo a fare le domande a nostro nome, per vedere se c’è qualcosa che possa aiutare, dare un po’ una mano.” A volte la felicità è saper apprezzare quello che si ha…

  1. Il margaro non si pone domande sul futuro, il margaro non vuole sapere nulla del mondo esterno, il margaro sa solo che domani dovrà alzarsi prima del sole e badare le bestie.
    Pieno stile bergè piemonteis.

    • non è che non si ponga domande sul futuro, è che sa che è inutile preoccuparsi troppo, tanto nelle sue possibilità c’è solo quella di badare ai propri animali, manca il tempo per fare altro. sul mondo esterno a volte manca il modo di tenersi informati (quando sei in alpeggio senza luce e senza mezzi di comunicazione), ma ormai quello stile appartiene soprattutto al passato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...