Alcune segnalazioni

Oggi belle segnalazioni e tristi vicende che si intrecciano, vita reale del mondo della pastorizia in Italia e non solo. Dicevo che mai mi sarei iscritta a Facebook ed ancora una volta ripeto di essere contenta invece di averlo fatto all'incirca un anno fa, perchè usato bene è un mezzo straordinario che permette ad esempio di dialogare con Ulf, pastore vagante tedesco oggi emigrato negli Stati Uniti, dove continua il suo mestiere con altri spazi, altri territori, altre modalità.

 

E' stato lui a segnalarmi questo film, "Sweetgrass" di cui mai avevo sentito parlare qui in Italia. Guardate il trailer… pascolo vagante negli Stati Uniti. Metto in cima alla mia lista dei desideri quello di poterlo vedere, anche in Inglese, tanto… le immagini parlano da sole, a chi questa vita bene o male la conosce.
E da noi? A quando un film? Forse un documentario riusciremo a farlo con Lorenzo Chiabrera, guardate qui!

Veniamo alla lettera che ho ricevuto, che pubblico anonima per ovvie ragioni. Il film mi ha suscitato emozioni, ma la lettera mi ha toccato il cuore e mi ha mosso dentro rabbia, tristezza e senso di impotenza, allo stesso modo di un'altra vicenda che sto vivendo insieme a degli amici per i quali non riesco a trovare soluzioni utili a risolvere il loro caso. Cosa possiamo rispondere a questo amico?
"Cara Signora, innanzi tutto complimenti per tutto quello che sta facendo per i pastori. Io sono un ex pastore di 50 anni con una storia di persecuzioni e dispiaceri, dovuti purtroppo,anche da veterinari (vaccino lingua blu) e sindacato coldiretti che spesso e volentieri non fa i nostri interessi ma quelli di altri. Spero che capisca quello che voglio dire.
Io vorrei ripartire e fare il mio mestiere aiutato dalla moglie che ha 45 anni due figli di 15 e 18 anni e un genero di anni 19. Siamo pastori io ho iniziato all'eta di 16 anni. Sappiamo mungere fare il formaggio ecc ho scritto e parlato con tanti, ma ho ottenuto solo discorsi inutili.
Vorrei sapere se potrebbe indicarmi qualche ente serio o persona che potrebbe aiutarmi a rifare il mio lavoro intestando la azienda ai giovani logicamente. La mia sola ambizione sarebbe quella di morire pastore e non precario come adesso. In ogni modo grazie per quello che fa!
"
Qualcuno sa cosa suggerire? Io adesso, nel mio piccolo, cercherò di vedere se si può aiutare questo amico, ma se tra voi che leggete c'è qualcuno che, appunto, ha delle soluzioni, lasci qui un commento o scriva a me (mail@marziamontagna.it). Siamo in zona Centro Italia.

Annunci

  1. Sarò anche monotono e ripetitivo, pur unendomi alle preoccupazioni di questo pastore, mi pare effettivamente poco serio imputare come una delle cause principali della sua disfatta imprenditoriale le persecuzioni (di chi? e per quali motivi, sarebbe interessante capire) e l'intevento vaccinale per la Blue-tongue, progettato e condotto con grande costo  pubblico negli interessi principali degli allevatori (privati) che altrimenti avrebbero visto bloccate tutte le loro movimentazioni e le loro commercializzazioni. E giusto e legittimo che ognuno possa lamentarsi ma occorre secondo me fare delle considerazioni "almeno un poco più obiettive". Mauro

  2. Una considerazione obbiettiva e’: perché gli interventi vaccinali nascono e muoiono senza una reale spiegazione scientifica? Sara’, forse, che l’interesse delle industrie farmaceutiche viene prima di tutto? Sara’, forse, che spendere soldi non propri (quelli pubblici) e’ un po’ troppo facile? A proposito del pastore in difficoltà, vorrei avere una soluzione, ma il senso di impotenza e’ devastante. Marzia, almeno tu, continua ad essere la voce di questo mondo e, per quello che possiamo fare, noi saremo al tuo fianco. Marco e Lorella

  3. E chi l'ha detto che non vi è una reale spiegazione scientifica? Forse voi confondete il mondo e le industrie farmaceutiche del settore umano con il mondo e le problematiche veterinarie. Anche questo evidenzia la necessità di un giudizio sopra le parti che cerchi di aiutare il mondo della pastorizia e dell'allevamento facendolo crescere e non cavalcando luoghi comuni che non portano da nessuna parte. La scelta della vaccinazione è stata fatta da tutti gli stati più progrediti zootecnicamente (Svizzera, Francia, ecc..) ed è stata fatta solo ed esclusivamente per proteggere il patrimonio zootecnico e di conseguenza il "patrimonio economico" di chi fa l'allevatore anche nella considerazione che la Blue tongue non è una malattia trasmissibile all'uomo e che pertanto non si sarebbe dovuti intervenire con soldi pubblici. Più che evocare paladini  della giustizia sarebbe bene lavorare tutti insieme per far crescere questo mondo rovinato dalla logica del contributo e del sostentamento pubblico. Mauro

  4. @mauro: premetto che non conosco a fondo la "storia" della blue tongue in italia, ma più volte ho ricevuto via e-mail racconti da pastori del centro sud che mi dicevano come il loro allevamento fosse stato letteralmente decimato dopo le prime vaccinazioni. avevo chiesto ad un veterinario qui in piemonte e mi aveva assicurato che i vaccini impiegati da noi fossero diversi perchè "spenti" e quindi con rischi ridotti o nulli. ciò nonostante, la gran parte dei pastori di mia conoscenza hanno lamentato una piccola percentuale di aborti successiva alla vaccinazione. poca roba rispetto a quello che invece mi avevano raccontato da altre zone d'Italia
    @marco e lorella: essere solo voce a volte è frustrante, specialmente quando ti accorgi che, in certi casi, non puoi nemmeno parlare… comunque, benvenuti sul blog!!!
    @piersimone: scusa, non ero a casa, ho visto solo adesso e ti risponderò appena possibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...