Non asciugano nemmeno i formaggi!

Quest'estate sono impegnata su vari fronti, tra cui le interviste ed i rilievi vegetazionali nell'ambito del progetto PROPAST. Stamattina, sperando di passare tra una nuvola e l'altra, sono salita in un alpeggio vicino a casa, forse uno dei più vicini. Val Sangone, Alpe Sellery a Valle. Purtroppo la pioggia aveva concesso una pausa solo brevissima…

Per la foto dell'alpeggio preferisco ricorrere a questo scatto invernale nel quale almeno posso mostrarvi il panorama. Oggi c'era tanto fango, nebbie/nuvole che si abbassavano, ma anche gerani colorati alle finestre. Siamo nel territorio del Parco Orsiera Rocciavrè ed il comune è quello di Coazze (TO). Qui si produce il famoso Cevrin di Coazze, Presidio Slow Food e Prodotto del Paniere della Provincia di Torino. Purtroppo l'elenco dei produttori che trovate on-line non è aggiornato.

Quando siamo arrivate, stava per finire la mungitura delle vacche e non si vedevano capre, solo qualche capretta appena dietro le baite. I vitelli erano in attesa di seguire le madri, fermi sulla porta della stalla. Siamo salite fin qui in auto, visto che era per motivi di lavoro, ma la strada è chiusa al traffico e quindi l'alpeggio si raggiunge con una piacevole passeggiata prima nei boschi, quindi attraverso i pascoli. La strada prosegue poi verso l'alpeggio Sellery a Monte, che vi avevo mostrato qui danneggiato dalle slavine. Purtroppo da allora non è più stato utilizzato come strutture, mentre le manze del Sellery a Valle ne pascolano le praterie.

Mentre i genitori finiscono di mungere è la piccola Elisa di quattro anni ad intrattenerci con i suoi racconti. Le caprette intanto sentono aria di pioggia e vengono a ripararsi nella stalla. Dalla finestra, dietro al vetro, fa capolino il fratellino di 15 mesi. Lei con orgoglio dice che il prossimo anno inizierà ad andare all'asilo ed è tutta contenta di questo fatto.

Le capre non le vediamo, erano però quelle che avevano inseguito per un lungo tratto i miei genitori ed i loro amici durante una gita in montagna. Si tratta di un gregge di oltre 200 Camosciate, il cui latte viene utilizzato per i preziosi prodotti caseari che Giancarlo Lussiana e Daniela Listello producono quassù, a 1.545 metri di quota.

Le capre vengono lasciate pascolare libere, escono da sole dalla stalla dirette verso i pascoli alle 6:30 del mattino (la mungitura inizia alle 5:30) e rientrano la sera verso le 19:00. Sono accompagnate e sorvegliate da tre cani pastori maremmani (la foto è sempre di mio papà). La presenza dei cani è opportunamente segnalata dagli appositi cartelli, ma non tutti forse li leggono e si comportano adeguatamente, perchè Giancarlo mi racconta che ogni tanto si verifica qualche problema. "Specialmente giù, a dire la verità. Le due femmine molto meno, il maschio a volte ha dato dei problemi."
Il lupo, nonostante la loro presenza, ogni anno fa le sue vittime, anche se il numero è diminuito rispetto al primo anno in cui si sono verificati attacchi (19 capi predati).

Parte dei versanti circostanti l'alpeggio sono cespugliati, invasi da ontani, mirtilli e rododendri. "Volevano fare una prova per pulirli con degli asini, ma io gli ho detto che l'asino è così solo di nome… Mica sta a mangiare i mirtilli e i rododendri, se c'è erba!". Ogni tanto le capre vanno a pascolare anche lì, ma oggi invece erano in un'altra zona.

Queste sono le tomette di capra e Giancarlo mi spiega che quest'anno l'umidità per causa della pioggia e della nebbia è tale che faticano a maturare adeguatamente. "Dovrebbero avere tutte le muffe blu ed arancione come queste, vedi? Invece restano troppo umide fuori… Speriamo che venga un po' di sole, è un mese che siamo su e fa sempre brutto!".

Per adeguare le strutture a quanto richiesto in base ale normative sulla caseificazione, Giancarlo ha investito di persona, anche se l'alpeggio è comunale e viene affittato. "Saliamo qui da 23 anni, ormai. L'affitto non è altissimo, se paragonato con altre montagne, ma le spese ce le siamo fatte noi ed abbiamo chiesto di tenerne conto. Adesso la strada è un po' più bella, ma perchè hanno fatto i lavori quelli della Comunità Montana per raggiungere la Palazzina Sertorio (sede dell'Osservatorio per l'Ambiente, ndA)."

I cevrin invece sono a stagionare nella cantina, per loro è richiesta una certa umidità ed infatti stanno raggiungendo il giusto grado di maturazione. La produzione casearia è venduta direttamente in loco o portata a valle il venerdì. Per informazioni, 333 4510981.
Qui un video trovato in rete con una breve intervista a Giancarlo in lingua Francoprovenzale (con traduzione).

  1. Volevo salire proprio da quelle parti per un'escursione in questi giorni e mi stavo giusto domandando se ci fossero già le bestie e soprattutto se ci fossero i cani da guardiania a sorvegliarle. Questo perchè vorrei portare con me il mio cane, un maremmano anche lui, femmina e giovane, e non vorrei avere problemi. La mia cucciola è tranquilla ed equilibrata e ovviamente cercherei di tenermi a distanza dal gregge. Secondo te cosa succede? Perchè se da giugno a settembre devo anche tenermi a distanza da tutti gli alpeggi la cosa comincia a diventare complicata.

    Luc

  2. @luc: prima ancora della questione cani, quel territorio è parco naturale, quindi ti devi informare sulle normative in materia di introduzione di cani (sicuramente al giunzaglio, se consentiti).
    se le capre sono lontane dalla strada (molto probabile, tendono a salire in alto) non dovresti avere problemi, perchè i cani non dovrebbero abbandonare il gregge, anche se abbaieranno se ti avvistano.
    comunque ci sono i cani da lavoro accanto all'alpeggio e sarebbe meglio evitare di avvicinarsi con cani "forestieri".
    purtroppo è così, anche se il tuo cane lo conosci a fondo, non sai come reagiscono gli altri se entri nel loro territorio. devi essere pronto alle conseguenze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...