Due importanti annunci e foto varie

Notizie, eventi, incontri, annunci e normali giornate di pascolo vagante che si accavallano, ho materiale in abbondanza per il blog, ma non posso far attendere oltre queste due notizie. La prima, appresa ieri, è che nella puntata di domani, sabato 12 marzo, di TG2 Dossier, andrà in onda la puntata all'interno della quale ci sarà anche l'intervista con due pastori vaganti piemontesi, Giorgio Bergero e Fulvio Benedetto. Ore 23:35 su RAI2. Successivamente la puntata potrà essere vista direttamente dal sito della RAI.
Dalla Comunità Montana Valle Stura di Demonte invece mi pregano di far conoscere questo bando, per l'assegnazione in affitto di due porzioni di capannone-stalla con annesso terreno agricolo. Qui per scaricare bando e allegato, qui la domanda.

Qui abbiamo un incontro autunnale dei miei genitori e dei loro compagni di gite in montagna in Val Pellice, salendo alla Sea.

Altro scatto del gregge di capre curiose che sembrano proprio attendere gli escursionisti di passaggio.

Queste altre immagini provengono dalla Val d'Aosta. "Ciao Marzia, sono Manuel, quel ragazzo che l'anno scorso era insieme a Francesco a Biella alla rassegna e siamo andati insieme a vedere le pecore sulla collina. Ho scattato un paio di foto e te le mando nella speranza che ne vorrai pubblicare qualcuna. Iniziamo con la mia stalla che è una delle poche (si contano sulle dita di una mano) rimaste ad Aosta città."

"Per ora nessuno si lamenta degli animali ecc. come è capitato per altre stalle in centri abitati della valle, anzi, si preoccupano se non sentono ragliare l'asina e i bimbi del vicinato la viziano a coccole e pane secco, per non parlare di quando ci sono gli agnelli!"

"Questa foto invece ritrae Giuditta, la mia asina, che ha voluto mettersi in posa per un autoscatto con me."

"In queste altre foto siamo io e Francesco che spostiamo il nostro piccolo gregge in un nuovo pascolo. Le altre foto sono foto che ho scattato agli animali al pascolo."

Certo che è "strano" vedere le pecore in questi posti, però pensate a cosa fanno questi animali, pensate al loro ruolo di pulizia e manutenzione del territorio…

"Puoi vedere che oltre alle Rosset tipiche della Valle d'Aosta ho comperato tre capi incrocio Suffolk e c'è anche un incrocio con una biellese (pegolla, come diciamo noi qui). Oltre a 13 pecore ho anche 6 capre di razza alpina comune."

"Insomma, sono molto contento di come vanno le cose qui, perchè alla gente fa piacere vedere pulito e ordinato, e che siano dei ragazzi a svolgere queste  attività, e sempre piu sovente ricevo richieste per pascolare terreni altrui, altrimenti se fosse per i miei possedimenti potrei tenere due pecore e basta!!". Una ventata di speranza, nel leggere queste parole di Manuel! Grazie per le (belle) foto ed il commento che le accompagna, continua così e… con la primavera ci vediamo dalle tue parti, che vengo a raccogliere un po' di interviste!

Annunci

  1. Ciao, che meraviglia. Tu sei un bel ragazzo ma le tue pecore ti battono, sono bellissime. Ti auguro tante cose belle e  mi raccomando non perderti d'animo, abbiamo bisogno in Italia di ragazzi come te.
    Siete il nostro futuro, sotto tutti i punti di vista lo dice una nonna che pur abitando al mare ama moltissimo la montagna perchè la mia razza era contadina.
    La mia nonna era della Valcamonica ed io ho una casa in Valtellina a citca mt. 1800 di altitudine dove una volta…c'erano mucche, pecore e capre ed anche cavalli… era una terra viva! Ma quando la gente capirà che abbiamo bisogno di voi e delle vostre bestie…e perchè no, anche del lupo! Sono le nostre radici montanare ed anche la nostra vita.  Penso comunque che possiate ottenere una certa revisione delle leggi legate alla pastorizia, basta trovare chi può parlare di voi e penso che Marzia sia una buona voce in proposito. Ama gli animali, i pastori e soprattutto la montagna.
    Ciao
    Fer/

  2. Bellissime foto, e magnifiche pecore….della lana che ne fai? se vuoi io filo a mano e insegno, mi interesserebbe avere indirizzi di pastori disposti a tosare in un certo modo e a conservare la lana per i miei allievi.
    Questo mio perogetto nasce per fare conoscere e sfruttare al meglio le lane locali.
    Valentina

  3. @fer: non è facile… perchè le leggi purtroppo le scrivono quelli che sembrano essere completamente slegati dalla realtà.
    comunque si sta cercando di fare di tutto per ottenere qualcosa prima che sia troppo tardi!!
    @valentina: spero che manuel ti risponda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...