La fiera dei fichi

Il 14 settembre è la data fissa per la fiera di Pragelato, l’antica Fiera dell’Escarton di Pragelato, anche detta "Fiera dei Fichi", perchè in quest’occasione si potevano acquistare i dolci frutti di fine estate, che altrimenti non si vedevano a queste quote… Ma l’evento principale è sempre stato la fiera zootecnica.

Faceva freddo, al mattino, per terra la brina si stava appena sciogliendo con i primi raggi di sole. Gli animali erano già nei loro spazi ed i visitatori più mattinieri si stavano aggirando tra i recinti, valutando le bestie, ma soprattutto cercando amici e conoscenti con cui scambiare quattro chiacchiere. Come sempre, si fanno incontri anche con chi viene da lontano, dalla provincia di Cuneo al Biellese, dalla Francia al Canavese.

Ci sono soprattutto vacche, alcune addobbate con vistosi rudun. "Quest’anno ce n’è, di bestie!". Una volta tanto nessuno si lamenta? Sento vari commenti positivi, si fanno i confronti con le fiere precedenti, mentre il flusso di gente aumenta, sia tra le bancarelle di generi vari, sia nel prato in pendenza dove sono collocati gli animali.

Anche questa volta il gruppo di asini portati qui dal commerciante è numeroso e variopinto. Oltre agli "addetti ai lavori", qui si fermano anche molti semplici curiosi, famiglie con bambini, persone che non possiedono animali. L’asino sta "diventando di moda" e questi sembrano adatti a diventare animali da compagnia: la maggior parte di loro si lascia accarezzare e grattare dietro le orecchie, dando mostra di essere socievoli e domestici.

Ci sono poi le capre, nei loro box, ed anche lì si assiepano gli appassionati e gli intenditori. Adesso splende il sole, sembra che possa essere una bella giornata, e così tutti commentano le passate fiere, quando faceva freddo, pioveva o addirittura erano caduti dei fiocchi di neve. D’altra parte questo evento chiude la stagione d’alpeggio, in un modo o nell’altro.

Intorno al recinto delle pecore incontro la maggior parte delle "facce conosciute". C’è chi è lì per fare acquisti e qualche animale viene segnato con i colori. Qualcuno è lì solo per una breve visita, poi tornerà dal gregge che non può restare incustodito per timore degli attacchi del lupo… E così scambio solo un rapido saluto con Carla, che poi non incontrerò più, ed anche Fulvio dice che deve rientrare al più presto. "Hai visto sul giornale? Nove cuccioli di lupo… cosa ti avevo detto?"

In tanti guardano con curiosità queste capre "strane", mi sembra siano le capre di Rove, razza francese, che ho visto dal vivo in mezzo agli immensi greggi di pecore merinos oltralpe. Qualcuno storce anche il naso, passando lì vicino, per "colpa" dei due becchi che emanano il loro tipico odore.

In mezzo agli animali si formano gruppi di allevatori e commercianti, si vede qualche vacca con un segno colorato sulla coscia, indice del fatto che è stata venduta. Non sono però poi così tante… la crisi si fa sentire anche in questo settore! Poco per volta però la maggior parte delle persone sparisce per pranzo: chi si accontenta di un panino, ma i più vanno al ristorante, oppure alle tradizionali tavolate organizzate dai vari commercianti.

Torno ad aggirarmi tra i recinti in compagnia degli amici: troveremo l’animale giusto anche noi? Per oggi facciamo solo i curiosi ed i "turisti"… Non scatta la scintilla con i bovini, ma è soprattutto accanto ad altri animali che ci fermiamo a lungo…

Il tempo sta cambiando, il cielo si vela di grigio ed inizia ad esserci un’aria che sa di autunno. Ancora qualche ora e la fiera sarà finita… ma più che altro è la stagione che sta finendo. Si parla di date di transumanze, c’è chi scenderà questo fine settimana, chi il prossimo, chi i primi di ottobre. Gli ultimi saranno, come sempre, i pastori.

Gli asini continuano ad attirare simpatia, anche grazie ai loro atteggiamenti buffi, come questo puledro che appoggia il capo al collo della madre. In molti stanno già partendo, altri sono ancora fermi a chiacchierare, altri ancora ti chiamano per un ultimo bicchiere… E si combina per vedersi ad altre fiere, di lì a pochi giorni o qualche settimana dopo.

A proposito di appuntamenti, ricordo che domani (sabato 18 settembre), alle ore 18:00 sarò a San Secondo di Pinerolo (presso il Municipio) con "Intelligente come un asino, intraprendente come una pecora". E’ stata invece annullato l’incontro a Rima San Giuseppe (VC) per domenica 26.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...