Incontro con gregge

Ogni tanto qualcuno di voi un gregge lo incontra… alcuni "temerari" si spingono persino a fotografarlo! Battute a parte, c’è stato chi mi ha raccontato di aver avuto timore nell’avvicinarsi, per paura che il pastore si arrabbiasse, per timore dei cani o per altri motivi. Ci sono poi quelli che invece usano il mio nome come lasciapassare, ma non è poi detto che proprio TUTTI i pastori d’Italia (facciamo del Nord!) mi conoscano…

L’amico GP qualche tempo fa mi aveva segnalato un gregge proprio dalle parti di casa sua. Ovviamente l’ho invitato ad andare a dare uno sguardo ravvicinato e fare due chiacchiere con i pastori. E lui non si è tirato indietro, ecco le sue foto!

Nell’occasione, ha portato anche la piccola Caterina a vedere le pecore. Meglio dei cartoni animati, no? Sicuramente uno spettacolo educativo, meglio anche di un qualsiasi documentario. C’è però chi preferisce la sana TV, temendo che avvicinarsi ad un gregge significhi sporcarsi, sentire puzza, essere attaccati da chissà quali parassiti…

Il gregge pascolava accanto alle case della cittadina, nelle stoppie del mais. Sono già passate alcune settimane da quando GP mi ha spedito queste foto, chissà dove saranno ora le pecore ed i loro pastori? Mi spiace deludervi, ma non so di chi siano questi animali… C’è un bel miscuglio di razze, in questo gregge!

Oltre alle pecore (un migliaio, a quanto hanno detto i guardiani), c’erano capre ed asini, come in ogni gregge vagante che si rispetti.

A guardia del gregge, due signori rumeni "di poche parole e grandi sorrisi", ci racconta GP. Tra l’altro, ho scoperto dei bei video a tema ovino su youtube, ambientati proprio in Romania. Prima o poi ve li propongo, è bello vedere come internet offra la possibilità di questi contatti e scambi, anche se solo virtuali.

Fa sempre un certo effetto vedere un gregge con lo sfondo di un panorama cittadino, queste scene hanno un che di anacronistico, solo che non mi è ben chiaro se sono fuori posto le pecore, ai margini dell’insediamento urbano, o le case, i capannoni, l’asfalto ed il cemento che si "mangiano" la campagna.

Salutiamo anche questo gregge vagante e ringraziamo l’amico GP, che si è messo sulle tracce dei pastori. In un commento ad un post della scorsa settimana discutevamo proprio di come questo blog ci abbia consentito di incontrarci, con lui come con molti altri nuovi amici… E sembra quasi incredibile che "solo" tre anni fa non ci fosse niente di tutto questo, mentre invece i pastori sono anni, anni, generazioni che, giorno dopo giorno, affrontano la stessa vita, con tutte le sue incombenze, i suoi imprevisti, le sue piccole gioie, le sue grandi difficoltà.

  1. Magari sono le stesse che abbiamo visto in tangenziale una domenica: ma li' e' proibitivo fermarsi, figurarsi fotografarle!Fa effetto anche a me vederle dietro lo "sfondo cittadino".Un mio pensiero non troppo positivo:  dopo aver buttato il cemento, tale scelta e' irreversibile ed addio verde, prati, coltivazioni, campagna……Serpillo

  2. Ecco qui Gp! Davvero, chissà dove sono quelle pecore adesso! se riesco nei prossimi giorni procurerò altre immagini… caprette che pascolano e, sullo sfondo, la favolosa discarica (oops… ex discarica) AMIAT di Torino, con contorno di un cavallo.Grazie mille per l'ospitalità, a presto!Gp

  3. @serpillo: no, non mi sembravano quelle, le razze erano altre….irreversibile? no, secondo me no, basta vedere a volte le erbe infestanti che spaccano l'asfalto, i rovi che avvolgono le rovine di vecchie fabbriche…@lalle: le zecche ci sono, hanno un ciclo fisiologico e, in certe stagioni, sembra che improvvisamente compaiano in gran numero. è anche la stagione in cui passano le pecore… su cui le zecche vanno a banchettare, ma non sono le pecore a portarle!tanto è vero che il mio cane tutti gli anni si prende le zecche, ma qui di pecore non ne passano mai@gp: grazie a te per il contributo! aspetto quelli nuovi, allora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...