Attenti al lupo: convegno

Volevo invitare tutti gli interessati al convegno sul lupo che si terrà sabato prossimo, 19 dicembre, ore 15:30, a Brossasco – Valle Varaita (CN) presso la Porta di Valle "Segnavia" (Via Provinciale), nell’ambito della rassegna Les MontagnArts e che mi vedrà impegnata in qualità di relatore.

Attenti al lupo

Il ritorno del predatore sulle nostre Alpi: una convivenza possibile?

Intervengono:

Mino Taricco, Ass. Agricoltura Regione Piemonte Claudio Sacchetto, Ass. Agricoltura

Provincia di Cuneo Mario Munari, Sindaco di Bellino Michele Mellano, Segretario Coldiretti

Saluzzo Cristiano Peyrache, Pres. Associazione Pastur di Blins.

Introduce:

Marzia Verona – scrittrice e ricercatrice

Inaugurazione della mostra fotografica

Lupus in fabula di Annalisa Losacco e Jacopo Manghi e premiazione del concorso A Bellino c’è – edizione 2009, con esposizione delle immagini finaliste.

Il titolo del mio intervento? A che prezzo lupo e pastorizia possono "convivere"?

  1. spero che a questo convegno itervegono in massa per farli capire che animale da davverro fastidio a noi allevatori mi dispiacie tanto che  sono molto lontano perche io vivo al sud in campania e faccio l,allevatore nel parco del cilento dove questi maledetti lupi ogni anno mi portano via tanti vitelli questo anno me ne anno mangiati piu di 15 .ciao marzia salutami flavio  a presto

  2. Ciao Marzia, mi chiamo Ivana. Ti ricordi di me? Il 6 ottobre in Val Germanasca, sono andata con un pastore e due ragazzi, alla ricerca di alcune pecore uccise da un branco di lupi. E’ stata un’esperienza "vissuta" perchè solo leggere, non si può capire la differenza del difficile problema. Oltre la fatica di aver camminato, o meglio arrampicato, in un ambiente così ostile, oltre alla difficoltà di trovarle prima del buio, in un luogo così esteso. Dai loro discorsi, comunque privi di rancore, ho ascoltato queste parole: <<Ci sentiamo abbandonati e impotenti a tutto questo.>> Un caro saluto e buona domenica!

  3. @BB: mai fare programmi, con i pastori! dovresti saperlo anche tu, no? 😉
    @pellegrino: 15 vitelli? accidenti!!! ricevi almeno i rimborsi? c’è una qualche forma di assistenza per gli allevatori da parte del parco o della regione, da voi?
    @ivana: aiuto, quando ci siamo incontrate? in questo momento non riesco a ricordare…
    testimonianza preziosa, la tua, conferma le esperienze che ho vissuto io che che cercherò di trasmettere al convegno. anzi… posso prendere in prestito questa tua frase?

  4. Io sono troppo lontano per salire fin lassù, anche se mi occupo di zootecnia come te.
    Il tema è un tema vecchio, la soluzione però non è stata ancora trovata, anche perchè la questione, almeno qui da me, è complicata dall’esistenza di branchi di cani rinselvatichiti che attaccano anche loro le greggi.
    Buona domenica.

    • I cani inselvatichiti NON ESISTONO sono tutte scuse dei lupologi,i lupi devono mangiarsi qualche cagnolino al guinzaglio delle mogli dei politici, allora si che la storia cambia…..

  5. Interessante… tra gli interventi mi pare però che manchi qualcuno che possa portare un’approfondita conoscenza del lupo, perché chiedersi se/come una convivenza è possibile, presuppone che si sappia esattamente con chi si ha a che fare. Come recita una mia diapositiva di una conferenza che presento a volte sulla problematica: la prima cosa da fare per cercare di risolvere un problema è conoscerlo. Altrementi alla serata si rischia di limitarsi, come al solito, a portare rivendicazioni "teoriche" invece di cercare soluzioni pragmatiche e prive di pregiudizi, partendo da una situazione concreta che è quello che è e che ben difficilmente si riuscirà a cambiare nel medio termine. Della serie: il lupo c’è e (purtroppo) non ce lo toglie nessuno; cosa possiamo fare, di cosa abbiamo bisogno noi allevatori/pastori per trovare una via che ci permetta di continuare il nostro lavoro? E’ un discorso difficile, che pare rinunciatario (lo vedo già qui da noi in Svizzera, dove il lupo è appena arrivato), ma penso sia l’unico che veramente ci porterà avanti.
    Verrei volentieri alla serata (direi che il tema mi tocca da vicino…), ma sto un po’ lontano… Un saluto a tutti!
    Chiara

  6. Non ci siamo conosciute personalmente, avevo mandato una e mail, per chiederti gentilmente, se conoscevi qualcuno che affittava una cascina.
    Ti regalo quella frase, perchè qualcuno affronti il problema seriamente,
    I pastori avevano coperto la testa delle pecore con delle pietre, il giorno dopo è venuta la veterinaria per il rimborso, una somma corrispondente di euro 100 per ogni pecora uccisa. Senza contare che tre pecore, sono state ferite alla gola, curate con antibiotici, e dopo atroci sofferenze morte alcuni giorni dopo. 
    Un abbraccio e buona settimana!

  7. Il tema è interessante s stimolante, ma da qui a natale abbiamo una serie di giornate a dir poco intense..
    Però mi viene in mente che ti devo inviare un mio vecchio racconto pubblicato da cartman, e che tratta anche del lupo.
    Rimedio in giornata se riesco
    ciao
    gp

  8. @chiara: pienamente daccordo con te! a me avevano detto che ci sarebbe stata la veterinaria che segue il progetto lupo in provincia di CN, ma poi non la vedo tra gli iscritti a parlare.
    @ivana: ah, ok, adesso ci sono! non mi ricordavo di aver incontrato qualche ivana… ma adesso che mi dici così ho messo a posto i collegamenti!
    @gp: aspetto, allora!
    nel libro il racconto sul lupo c’è!
    @john: sarà fatto, capo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...