Ancora storie di giovani

Tra i contributi pervenuti via web da parte di giovani appassionati, c’è anche quello del nipote di una margara che conosco. Purtroppo non mi ha inviato foto di sé e dei suoi animali, e su Facebook ha solo un’immagine che lo vede impegnato “sul campo” durante una transumanza.

Sono Edoardo Tourn, sono nato il 23 09 1997 e sono di Rorà. La zona è abbastanza abitata ed e abbastanza in montagna. Io vivo appena fuori dal paese e vivo in famiglia. Ho delle capre e la mia passione nasce perché io prima cosa non studio tanto, pero’ la mia passione nasce dai racconti che mi faceva mia nonna quando ero bambino, e poi mia nonna ha sempre avuto due o tre vacche e a me è sempre piaciuto andare in montagna e gli animali li ho sempre amati come se io fossi un animale che non vede l’ora di uscire dalla stalla o andare in alpeggio. Io ho scelto le capre di razza camosciata, perché le loro corna sono caratteristiche e sono molto lunghe e poi e come se io mi ci raffigurassi.

Mia nonna ha sempre avuto due o tre vacche, poi mio cugino di primo grado ha quasi 80 vacche e prende quasi tutti gli anni delle capre in guardia. Mi hanno insegnato un po’ tutti, ma mia nonna è quella che mi ha insegnato tutto, ma anche mio cugino mi ha insegnato tanto.

La mia azienda è impostata a produrre latte ed è tradizionale. A volte mungo, ma i formaggi li faccio solo recentemente. Ho imparato da mia nonna e da mio cugino, produco tome e tomini, se mi viene raramente anche la ricotta, poi li vendo direttamente.

Alpeggio Palà in versione invernale

Sono stato in alpeggio su alla Palà, vado con i miei animali e nel mentre lavoro insieme a mio cugino e preferisco la montagna. Dell’alpeggio mi piace vedere gli animali al pascolo felici e l’aria fresca. Non c’è niente che mi pesa dover fare, per il futuro spero di avere 100 capre e vivere bene anche se faticherò molto. A volte ho pensato di mollare tutto cambiare obiettivi, fare un’altro lavoro, ma la natura mi piace troppo. L’allevatore adesso ha molti strumenti nuovi che lo aiutano nel suo lavoro. Io adesso l’unica difficoltà che ho è fare nascere capretti. Dalle mie parti l’allevatore è visto come qualsiasi persona; fare l’allevatore non è la mia attività principale, ma mi piacerebbe molto, il problema è che vado ancora a scuola. Quasi tutto il mio tempo libero è dedicato agli animali. Agli altri giovani allevatori vorrei dire che anche se ci saranno momenti brutti non mollare mai. Uso internet per fare ricerche per la scuola, penso sia abbastanza utile perché può servire per sapere delle cose che non si sanno, cose così. Io lo uso a volte per comunicare con gli amici, cercare informazioni.

About these ads

  1. Vorrei dire ad Edoardo che se saprà coniugare la sua passione con lo studio, farà cose meravigliose ed avrà grandi soddisfazioni.

    So benissimo che è molto dura. Ma se hai già capito che per raggiungere qualsiasi obiettivo nella vita, seppur minimo, bisogna faticare, allora hai già imboccato il giusto sentiero.

    D’ora in poi dovrai stare molto attento a non perderlo. E in questo, dovrebbe aiutarti tanto la famiglia, gli amici e tutti noi, che viviamo in questo Paese.

    Marzia, insieme a tante altre persone, lo sta già facendo.

    Dobbiamo tutti contiinuare così.

    Ti dico ancora una cosa Edoardo: sappi che quando mi impegno a scrivere di montagna sul mio blog, ho sempre in mente voi giovani.

    Voi siete l’avvenire e noi “grandi” abbiamo il compito di non farvi perdere il sentiero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...